VANI D’OMBRA Simone Innocenti

VANI D'OMBRA Simone Innocenti

VANI D’OMBRA, di Simone Innocenti (Voland)

Una ossessione, una liberazione dal colore bianco perfetto che racchiude ogni colore ed è la liberazione da quel colore quella che insegue Michele Maestri, protagonista del libro ” Vani d’ombra” edito da Voland.

VANI D'OMBRA Simone Innocenti Recensioni Libri e News UnLibroCon una scrittura quasi analitica e sperimentale, ricca di immagini e di dettagli a tratti graffiante, Innocenti narra la vita di un uomo che in seguito ad un trauma infantile, vive in un mondo dominato dai fantasmi del passato, in un perenne stato di angoscia e senso di colpa.

Il ritmo della storia è incalzante nonostante l’autore attraverso la vita del protagonista indaghi nei recessi di una mente disturbata.

Michele, ancora bambino, senza che nessuno lo veda, si arrampica su un albero e spia la vita di Milena, la colf del notaio che ogni pomeriggio accoglie nella sua camera uomini sempre diversi. Scoperto dalla donna verrà rinchiuso nell’armadio della camera da letto, immerso in un bianco accecante costretto però questa volta a guardare.

Quello che Michele vedrà sarà così sconcertante che segnerà la sua esistenza e cambierà il resto della sua vita per sempre.

“Vani d’ombra” è un romanzo di formazione molto duro, quasi un noir, dove il protagonista, condannato a vivere nei vani d’ombra dei suoi traumi irrisolti, è alla ricerca di una liberazione, di un perdono, di una catarsi che arriverà in un finale inaspettato e dalle imprevedibili e tragiche conseguenze. 

Recensione di Gabriella Patriarchi

Commenta per primo

Commenti

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.