MEDIOEVO SUL NASO. Occhiali, bottoni e altre invenzioni medievali Chiara Frugoni

MEDIOEVO SUL NASO. Occhiali, bottoni e altre invenzioni medievali, di Chiara Frugoni (Laterza)

 

Nel film tratto da Il Nome Della Rosa, una delle scene più celebri mostra Guglielmo leggere attraverso un paio di occhiali, tra lo stupore degli altri monaci; il regista inserisce questo particolare per ribadire che Guglielmo è un frate “fuori dall’ordinario”, al passo con i tempi e la tecnologia (quindi la persona più adatta a svelare l’enigma su cui si basa la storia), ma quanti di noi, al cinema, hanno condiviso lo stupore dei Benedettini e si sono domandati “Gli occhiali esistevano già nel Medioevo”?

A questa e ad altre domande simili risponde questo delizioso saggio della medievista Chiara Frugoni, recentemente scomparsa, che racconta l’origine medievale di molti oggetti di uso comune le cui origini risalgono proprio al Medioevo, per ricordare ancora una volta che i “Secoli Bui” furono, in realtà, secoli di studi, innovazioni e invenzioni delle quali ci serviamo ancora oggi.

Carte da gioco, scacchi, caminetti, finestre, orologi, bussole e molto altro: con linguaggio chiaro l’autrice, scegliendo un punto di vista inedito, guida il lettore alla scoperta di un periodo affascinante tralasciando, per una volta, i soliti riferimenti a date di battaglie, pestilenze o incoronazioni per raccontare la vita quotidiana e la mai sopita inventiva e curiosità dell’uomo che, da sempre, si è ingegnato per migliorare e arricchire il proprio stile di vita.

Il volume è arricchito da illustrazioni che mostrano l’effettivo utilizzo e diffusione delle invenzioni citate a ogni livello della vita sociale del Medioevo. Un libro prezioso e adatto a diverse tipologie di lettori.

Recensione di Valentina Leoni
MEDIOEVO SUL NASO Chiara Frugoni

Commenta per primo

Commenti

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.