SPECIALE VALERIO VARESI: il Simenon italiano!

Mi limitavo ad amare te, di Rosella Postorino

SPECIALE VALERIO VARESI: il Simenon italiano!

 

Il Commissario Soneri

Si può dire che il Commissario Maigret stia a Parigi come il Commissario Soneri sta a Parma. Il Commissario Franco Soneri, infatti, è una creazione di Valerio Varesi, l’ormai famoso scrittore parmigiano di gialli o thriller o noir o polizieschi, come dir si voglia, anche se non solo. Varesi, infatti, non ha scritto solamente gialli, ma di questo parlerò in seguito.

A qualcuno l’accostamento tra Simenon e Varesi potrà sembrare un po’ azzardato, eppure è stato nientemeno Le figaro il primo soggetto a proporlo. D’altra parte, fatte le dovute proporzioni, le similitudini tra Parigi e Parma non sono certo io ad inventarle. A Parma, dopo la Duchessa Maria Luigia, moglie di Napoleone Bonaparte, nulla fu più come prima! Non a caso il “fiume” che attraversa Parma è femmina: “La Parma”(pronunciato con la r alla francese) come è femmina “La Senna”. Anche se, in realtà Simenon era di origine belga, di Liegi per la precisione.

Brevi note biografiche

Valerio Varesi è nato a Torino nell’agosto del ‘59 da genitori di estrazione contadina, provenienti dalla montagna parmense, i quali, per motivi di salute, dovettero rientrare a Parma. Valerio aveva tre anni. Dopo una breve parentesi, dai cinque anni in poi Valerio si trovò a crescere a Montanara, allora considerato il Bronx di Parma, quartiere più volte richiamato nei suoi romanzi. Non a caso ne “Il Commissario Soneri e la mano di Dio”, lo scrittore riporta il seguente pensiero del Commissario: < Se lo vedeva di fronte quello scaldabanchi fresco di laurea, con la sua faccia da bravo ragazzo cresciuto nell’agio di una buona famiglia, e valutò la distanza incolmabile tra chi ha conosciuto i sacrifici e chi ha sempre comandato> (p.80).

Varesi si è laureato in filosofia all’Università di Bologna e ha lavorato come giornalista prima alla Gazzetta di Parma e poi alla Redazione bolognese di Repubblica.

 

Valerio Varesi

 

Dal suo ormai lontano esordio, nell’estate del 1998, con il poliziesco “Ultime notizie di una fuga” Varesi ha prodotto ben sedici romanzi con al centro la figura del Commissario Soneri, molti dei quali tradotti in altre e diverse lingue. Un successo indiscutibile, tanto che è uscita anche la serie TV , “Nebbie e delitti”, nella quale Luca Barbareschi interpreta il personaggio del Commissario. I lettori dei suoi gialli si sono cosi talmente affezionati a questa figura di Commissario da attendere con ansia l’uscita di ogni nuovo romanzo con una nuova indagine. Una bella responsabilità per il nostro Valerio! Simenon, in effetti, ha costituito sicuramente una fonte di ispirazione per Varesi, ma non solo. Anche altri autori noir francesi, come Izzo, Manchette e Malet, sono stati suoi punti di riferimento, come lui stesso ha dichiarato.

 

 

Il noir sociale

Viene tuttavia da chiedersi in che cosa Soneri differisca dagli altri commissari che imperversano nei romanzi polizieschi attuali, dove si può trovare di tutto: maschi o femmine, single o accoppiati, giovani o anziani, soggetti più o meno in salute o afflitti da turbe o psicosi varie. Soneri è un uomo schivo, abbastanza taciturno, riflessivo, quasi un filosofo, ma di indole abbastanza randagia, che si trova a vivere per conto proprio, avendo subito la morte della moglie e del figlio durante il parto. A suo modo è un puro. Uno che riesce ancora a indignarsi dinanzi al crimine, dal più banale al più cruento. L’indignazione non nasce solo e semplicemente per una sorta di pietas verso la vittima, ma per tutto ciò che sta dietro quel crimine. E qui veniamo al punto saliente; i noir di Varesi non sono semplicemente racconti dove bisogna cercare uno, o più colpevoli, secondo il solito schema delitto – indagine – soluzione, ma sono anche descrizioni non superficiali di ambienti, situazioni e storie da cui emergono scenari inquietanti, soprattutto dal punto di vista sociale e politico, intendendo il termine politico in senso ampio. Insomma, si può ben dire che i thriller di Varesi si possano inquadrare in quello che oggi viene sempre più denominato “romanzo sociale”.

L’ambiente

I diversi romanzi che vedono protagonista il Commissario sono ambientati generalmente in diverse fasce territoriali della Provincia parmense, dalla montagna appenninica fino alla “bassa” del Po. E’ straordinario come Varesi riesca a percepire e restituire attraverso la scrittura le atmosfere particolari e caratteristiche di queste zone. La natura, i borghi, i paesi, ma anche le genti, vengono raccontati in modo magistrale, facendo sentire il lettore parte di essi. La provincia di Parma, in effetti, come le altre emiliane, offre una varietà ambientale notevole, grazie alla sua configurazione, che va dai monti alla pianura, attraversando le colline e la zona urbana.

 

 

Amori e passioni

Direi che la passione per l’ottima cucina emiliana sia un ulteriore elemento caratterizzante del Commissario. Cosa c’è di meglio, ad esempio, di un buon culatello affettato, di qualche scaglia di Parmigiano Reggiano e di un buon bicchiere di Gutturnio frizzante, per stemperare lo stato di agitazione o di frustrazione a cui lo sviluppo delle indagini spesso porta il Commissario? Ma anche solamente per prendersi una pausa e per stare in buona compagnia. Pasti, più o meno frugali, che solitamente sono consumati in osterie, trattorie e ristoranti tipici del parmense e della città, quasi sempre assieme a colleghi fidati o con la compagna Angela la quale, facendo di professione l’avvocato, si troverà spesso a collaborare con lui per sbrogliare le matasse più intricate.

Serie del Commissario Soneri

  1. Ultime notizie di una fuga, Mobydick 1998
  2. Bersaglio, l’oblio, Diabasis 2000,
  3. Il cineclub del mistero, Passigli Editori 2002,
  4. Il fiume delle nebbie, Frassinelli 2003,
  5. L’affittacamere, Frassinelli 2004,
  6. Le ombre di Montelupo, Frassinelli 2005,
  7. A mani vuote, Frassinelli 2006,
  8. Oro, incenso e polvere, Frassinelli 2007,
  9. La casa del comandante , Frassinelli 2008, ; Sperling & Kupfer (2007, 2011 – )
  10. Il Commissario Soneri e la mano di Dio, Frassinelli 2009,
  11. È solo l’inizio, commissario Soneri, Frassinelli 2010,
  12. Il commissario Soneri e la strategia della lucertola, Frassinelli 2014,
  13. Il Commissario Soneri e la legge del Corano, Frassinelli 2017,
  14. La paura nell’anima, Frassinelli 2018,
  15. Gli invisibili.Mondadori 2019,
  16. Reo confesso. Mondadori 2021.

 

 

 

Altri romanzi

Sarebbe riduttivo definire Varesi come uno scrittore noir, perché nella sua produzione sono tanti i libri anche di altro tipo, come, ad esempio, i tre che compongono “La trilogia di una Repubblica” (La sentenza, Il rivoluzionario, Lo stato di ebbrezza), romanzi, questi ultimi, non meno appassionanti e coinvolgenti dei polizieschi. In particolare, questi tre citati ripercorrono la storia della nostra giovane Repubblica, dalla Resistenza in poi, in modo solo apparentemente immaginario, perché frequentemente la finzione riesce ad avvicinarsi più alla verità della realtà stessa. Con questi romanzi, Varesi ha dimostrato anche competenza storica e socio-politica, del resto già emersa nella sua produzione noir. Sono complessivamente nove i libri non polizieschi pubblicati. L’ultimo, dal titolo “L’ora buca” è uscito nel 2020. Un romanzo che parla della degenerazione morale ed etica nel mondo della politica e della comunicazione. Si potrebbe definire un libro di denuncia e di critica della società in cui, volenti o nolenti, ci troviamo a vivere. D’altra parte, lo stesso Varesi in un’intervista afferma: <Papa Bergoglio dice che un pastore deve puzzare del suo gregge. Io dico che uno scrittore deve sporcarsi le mani con la cronaca e la società che lo circonda>.

Romanzi non polizieschi pubblicati

  • Il labirinto di ghiaccio, Monte Università Parma 2003,
  • Le imperfezioni, Frassinelli 2007,
  • Mussolini, in AA. VV., Il gusto del delitto(antologia di racconti gialli), Leonardo Publishing 2008
  • Il paese di Saimir, Edizioni Ambiente 2009,
  • Africa, Graphe.it edizioni 2011,
  • La sentenza, Frassinelli 2011,
  • Il rivoluzionario, Frassinelli 2013,
  • Lo stato di ebbrezza, Frassinelli 2015,
  • L’ora buca, Frassinelli 2020.

 

 

 

Riconoscimenti

Varesi, con suoi romanzi polizieschi, ha vinto nel 2002, nel 2008 e nel 2017 il Premio Fedeli e, nel 2018, con il romanzo “Il Commissario Soneri e la legge del Corano” il Premio Mariano Romiti. Infine, sempre nel 2018, al Concorso letterario “La quercia del Myr”, vince il Premio come “Giallista dell’anno”.

Novità in arrivo

A Maggio è prevista in uscita la riedizione negli Oscar Mondadori de “L’affittacamere” e , novità assoluta, in autunno uscirà un noir senza il Commissario Soneri. Sempre a Maggio, in Francia, usciranno “E’ solo l’inizio Commissario Soneri” e, in formato tascabile: “Il Commissario Soneri e la Mano di Dio”.

 

DI Algo Ferrari

 

Una carrellata di recensioni

 

BERSAGLIO, L’OBLIO, di Valerio Varesi (edizioni Diabasis)

 

Questo è il secondo libro scritto da Valerio Varesi, nel 2000. Un giallo direi classico, con un delitto iniziale a cui ne seguono altri, sempre con armi di marca diversa, però. A voi scoprire se l’assassino è uno o più di uno. Non manca la suspence e la voglia di andare avanti per scoprire l’arcano. Cominciano a delinearsi la figura dell’ispettore Soneri, con le sue caratteristiche peculiari e…continua a leggere

È SOLO L’INIZIO, COMMISSARIO SONERI, di Valerio Varesi

È il primo noir che leggo di quest’autore di Parma. È stato pubblicato nel 2010 e fa parte del ciclo che ha come protagonista il Commissario Soneri.

Commissario Soneri
ACQUISTALO SU IBS ACQUISTALO SU LA FELTRINELLI ACQUISTALO SU LIBRACCIO

I libri di questo ciclo non sono però in sequenza, per cui si possono leggere in qualsiasi ordine.

Mi è piaciuto molto. Non per niente Varesi è stato definito il Simenon italiano. Nientemeno che.

“lo spettacolo della pioggia è un affare per depressi” questo l’incipit del libro.

In effetti di depressione e di crisi esistenziali questa storia è zeppa.

Si dipana nell’ambiente della cosiddetta “ultrasinistra” parmigiana, con diverse digressioni territoriali sull’Appennino parmense e sulla costa ligure.

In questo noir si rende evidente come, in fondo, il fatto di cronaca, cioè l’uccisione di Elmo Boselli, vecchio leader sessantottino, e le…continua a leggere

IL COMMISSARIO SONERI E LA STRATEGIA DELLA LUCERTOLA, di Valerio Varesi (Frassinelli)

Usciva nel 2014 questo romanzo dello scrittore parmigiano con al centro il suo solito commissario: Soneri.

Direi che la nota riportata in apertura del libro, la quale ci ricorda che il romanzo è un’opera di fantasia e che ogni somiglianza con persone o fatti è puramente casuale, in questo caso, risulta essere più che mai opportuna.

Il romanzo, infatti, definito come poliziesco atipico dallo stesso Varesi, rappresenta un quadro estremamente realistico e sconfortante di una città, Parma, in piena decadenza morale e politica, ancor prima che…continua a leggere

L’AFFITTACAMERE, di Valerio Varesi (Frassinelli)

Uno dei primi gialli scritti da Valerio Varesi, avente come protagonista il commissario Soneri.

Il romanzo è ambientato a Parma ed è incentrato sulla figura di Giuditta Tagliavini, per tutti Ghitta, di professione affittacamere ma anche “medicona”. Sono in tanti gli studenti che sono passati da lei, in anni molto particolari, nei quali la passione politica spesso sfociava in scelte estreme e autodistruttive.

Purtroppo il cambiamento sociale e gli anni che passano sono inesorabili per tutti e “costringono” anche Ghitta a trasformare la sua vecchia pensione in un’alcova per…continua a leggere

LA CASA DEL COMANDANTE, di Valerio Varesi (Frassinelli)

 

Sta proseguendo la mia lettura dei romanzi di Valerio Varesi, non in ordine cronologico, ma così, un po’ a caso. Stavolta, è stato il caso della “Casa del comandante”, della serie delle inchieste del Commissario Soneri, pubblicato nel 2011 da Frassinelli.

Questo giallo è ambientato tra le nebbie, il fango e l’acqua della golena del Po, nella bassa parmense e dintorni. La stessa ambientazione che verrà ripresa sempre da Varesi qualche anno dopo per “Gli invisibili“.

La struttura narrativa del romanzo è quella abbastanza tipica del giallo, ma con diversi elementi aggiuntivi che lo rendono più interessante. Prima di tutto la…continua a leggere

ORO INCENSO E POLVERE, di Valerio Varesi (Frassinelli)

 

In questo giallo siamo di fronte all’ennesima indagine del Commissario Soneri, una figura di poliziotto, ormai ben delineata, non del tutto conforme alla tradizione e che proprio per questo riesce a cogliere segnali e messaggi ad altri preclusi. Il romanzo, ambientato nella nebbiosa provincia parmense, raggiunge livelli onirici e anche un po’ surreali, tanto da imbattersi per caso in tori e maiali che vagano…continua a leggere

LA PAURA NELL’ANIMA, di Valerio Varesi

 

Questo libro, edito nel 2018, è stato riproposto recentemente nella collana “animanoir” in edicola dalla Gedi.

Fa parte dell’ormai lunga serie di romanzi incentrati sulla figura di Soneri, l’ormai mitico commissario creato dalla fantasia di Varesi, un autore sempre più famoso in Italia e all’estero, paragonato al grande maestro belga del noir, Simenon.

Il romanzo mi è piaciuto, anche se mi ha lasciato un profondo senso di tristezza.

Tra i boschi e i monti di un piccolo paese dell’Appennino Emiliano si scatena la caccia a un pericoloso…continua a leggere

A MANI VUOTE, di Valerio Varesi ( Ffrassinelli)

 

Ho scoperto Varesi da relativamente poco tempo e devo ammettere di aver trovato un autore non solo di gialli o polizieschi, come dir si voglia, ma di romanzi che parlano di tanto altro. Ma tanto. A parte che Varesi ha scritto anche altri romanzi non gialli, dei quali sinora ho letto solo “La sentenza”, sul tema della resistenza, a mio parere un libro semplicemente straordinario, probabilmente molto sottovalutato dalla critica ufficiale.

Ma veniamo al romanzo in argomento.

“Mani Vuote” è appunto un giallo che racconta di come una tipica città emiliana , Parma per l’esattezza, divenuta famosa nel tempo per la sua qualità della vita, per la sua storia democratica e anche per il relativo benessere, possa lentamente, ma ininterrottamente scivolare verso il…continua a leggere

GLI INVISIBILI, di Valerio Varesi (Mondadori)

 

Continua la mia lettura retrospettiva dei romanzi “gialli”, come avremmo detto una volta, di Valerio Varesi, anche soprannominato il Simenon italiano”, nientemeno che.

In questo romanzo, pubblicato da Mondadori nel 2019, l’ormai mitico commissario Soneri, della questura di Parma, conduce un’indagine, tra le acque e le nebbie della bassa parmense, nelle zone di quasi sconosciuti paesini della riva emiliana del Po.

Prima ancora della storia, a me, che conosco abbastanza da vicino l’ambiente del Po, mi è piaciuta molto la descrizione del microcosmo che caratterizza questi luoghi, così densi di fascino, assai insoliti e particolari.

Il fatto che poi la storia sia stata ambientata nel periodo autunnale, lo stesso periodo in cui…continua a leggere

REO CONFESSO, di Valerio Varesi (Mondadori – luglio 2021)

 

Un altro romanzo “noir” o giallo, come preferite, con al centro il Commissario Soneri, si aggiunge alla ormai lunga serie dello scrittore parmigiano.

I romanzi di Varesi hanno la caratteristica di svilupparsi su sfondi socio-ambientali particolari nei quali solitamente emergono le innumerevoli contraddizioni della nostra società. Nello specifico, questa storia è ambientata a Parma, in città e in luoghi che l’autore conosce molto bene, come il quartiere Montanara, dove ha…continua a leggere

LA SENTENZA, di Valerio Varesi

L’eclettico Varesi passa dallo scrivere “gialli”, come chiamavamo una volta quei romanzi che adesso chiamiamo “thriller” o “noir”, secondo i casi o, quando va bene in italiano: polizieschi, a romanzi che trattano di vari argomenti, tra cui “La sentenza” di cui voglio riportare queste mie brevi impressioni.
La sentenza

Il tema è quello della Resistenza, la zona in cui il racconto è ambientato quello dell’Appennino tra Parma e Reggio, per la precisione la Val d’Enza e valli limitrofe ed è liberamente tratto da una storia vera. Mi è piaciuto, perché non è l’ennesimo libro di tipo “epico” e farcito di retorica sulla lotta partigiana, ma una storia verosimile, fatta di chiaro-scuri, di atti eroici, ma anche stupidi, e di persone che…continua a leggere

DUE LIBRI A CONFRONTO: LA PAURA NELL’ANIMA, di Valerio Varesi – IL RAGAZZO CHE NON VOLEVA MORIRE, di Vincenzo Sacco

 

Oggi voglio dedicare un momento di attenzione al tema della “paura”, prendendo spunto da due libri che mi sono piaciuti molto e che ho recentemente terminato di leggere: “La paura nell’anima” di Valerio Varesi, Edizioni Frassinelli e “Il ragazzo che non voleva morire” di Vincenzo Sacco, SCE-Spazio Cultura Edizioni.

 

ACQUISTALO DA IBS ACQUISTALO DA FELTRINELLI ACQUISTALO DA LIBRACCIO

 

ACQUISTALO DA FELTRINELLI

 

Due opere molto diverse, ma che hanno quale comune denominatore la paura irrazionale che, nel libro di Varesi (il penultimo uscito della serie di grande successo dedicata al Commissario Soneri), sconvolge le abitudini e i rapporti umani del paese di Montepiano e dell’Appennino circostante. Il tutto è scatenato da una imponente task force di carabinieri che invade la zona alla ricerca del criminale serbo Vladimir e dal fatto che le ricerche s’intersecano con il misterioso…continua a leggere

 

 

 

Recensioni In un Tweet dal gruppo Un libro tira l’altro ovvero il passaparola dei libri 

 

ACQUISTALO DA FELTRINELLI

 

IL COMMISSARIO SONERI E LA LEGGE DEL CORANO, di Valerio Varesi (Frassinelli)

Parma, una città che sembra immersa nel…continua a leggere

IL RIVOLUZIONARIO, di Valerio Varesi (Frassinelli)

Un romanzo che è un pugno nello stomaco ma…continua a leggere

LO STATO DI EBBREZZA, di Valerio Varesi (Frassinelli)

Questo libro racconta secondo me perfettamente l’Italia dagli…continua a leggere
.
.

L’isola dei tesori, dove gli animali sono preziosi

Farmaciauno 1 Spedizione gratuita a partire da 29.90 euro

Farmaciauno PHYTO 2021

Commenta per primo

Commenti

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.