Consigli di lettura dalle librerie (6 puntata)

consigli dalle librerie - sesta puntata

Consigli di lettura dalle librerie (6 puntata)

Vi proponiamo i consigli di lettura di 5 librerie tratti dalle nostre intervistate

Libreria La confraternita dell’uva Bologna ci propone:

– L’estate che sciolse ogni cosa di Tiffany McDaniels (Atlantide Edizioni). Un libro di una giovane autrice statunitense che ha già il respiro di un nuovo classico americano;
– Dal tuo terrazzo si vede casa mia di Elvis Malaj (Racconti Edizioni). Il nuovo step della letteratura italiana è lasciare che anche i nuovi italiani (le seconde generazioni nate da immigrati) possano raccontarsi. C’è qui dentro una linfa, una rabbia e una vitalità che tantissimi autori nostrani hanno perso;
– La confraternita dell’uva di John Fante (Einaudi), perché ci ha spinto ad aprire questo posto e a trovargli un nome.

Libreria Empatia Teramo ci propone:Domanda da un milione di dollari, a cui è impossibile rispondere. Vi consigliamo però i libri che stiamo leggendo in questi giorni: “Il nostro desiderio è senza nome” di Mark Fisher edito da minimum fax perché in quasi ogni pagina del critico radicale inglese si trova uno spunto, un’intuizione genuina sulla nostra società e sul modo così sinistro in cui stiamo scegliendo di portarla avanti.

Kintu” di Jennifer Nansubuga Makumbi edito da 66thand2nd, perché è un romanzo epico che parla di Kintu, governatore della provincia di Buddu, e di una maledizione che aleggia e ricade su tutti i suoi discendenti, dal 1700 ai giorni nostri. Questa storia si inscrive nella storia generale dell’Uganda, fra tradizioni e racconti orali. È una grande saga che dipinge i rapporti di potere, di genere, di paternità e maternità, e che ci restituisce un affresco di quella civiltà e della civiltà tutta. Ha il sapore dei poemi omerici, la magia della Storia infinita di Ende, la potenza del Conte di  Montecristo..

Libreria Pagina 348 Roma ci propone: Atlante delle isole remote, Judith Schalansky, Bompiani

 

 

Libreria Ulisse Bologna ci propone :

Interprete, di Hannette Hess (Neri Pozza)
– Underworld, di Don DeLillo (Einaudi)
– Il ponte sulla Drina, di Ivo Andric (Mondadori)
– Difficile sceglierne solo tre! Ad ogni modo anche in base alle mie ultime letture suggerisco “La manutenzione dei sensi” di Franco Faggiani (Fazi editore), perché con delicatezza e sensibilità ci racconta come sia possibile affrontare le difficoltà più grandi, lasciandoci un senso di leggerezza e amore per la vita; “La tigre” di Polly Clark (Atlantide edizioni), particolare, bellissimo e intenso; infine l’albo illustrato “L’anima smarrita” (Topipittori), scritto da Olga Tokarczuk, Nobel per la letteratura, che con poesia ci ricorda quali sono le cose davvero fondamentali della vita.

1 Commento

  1. Ho letto ultimamente OLIVE ANCORA LEI di E,isabeth Strout e come l’altro precedente m è piaciuto Molto:Vorrei avere qualche parere Marilena

Commenti

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.