Premio Campiello 2013: L’AMORE GRAFFIA IL MONDO Ugo Riccarelli

L'amore graffia il mondo Riccarelli

Premio Campiello 2013: L’AMORE GRAFFIA IL MONDO, di Ugo Riccarelli

Signorina è la figlia del capostazione in un paesino come tanti, nell’Italia degli anni Venti. Una bimba tranquilla e riservata, che non rifugge la compagnia dei suoi coetanei ma che predilige la presenza rassicurante dell’oca Armida, a cui confida i suoi pensieri e con la quale passa ore a guardare treni e passeggeri.

L'amore graffia il mondo Ugo Riccarelli
ACQUISTALO SU IBS ACQUISTALO SU LA FELTRINELLI ACQUISTALO SU LIBRACCIO

Un giorno un omino con gli occhi a mandorla sceso da un treno, con un gesto rapido come una magia, piega un foglio di carta colorata e le regala un vestitino per la sua bambola. È il destino che si fa intravedere: Signorina scopre di avere un dono e una passione, l’arte di creare con le sue mani abiti meravigliosi, e di voler trasformare questa passione in un lavoro. Ma Signorina è una di quelle persone che si prendono cura degli altri e questo spesso non si concilia con i sogni: l’amore per la sua famiglia di origine, per il suo uomo, per il suo bambino, graffierà il mondo sognato anche se in fondo non potrà ferirlo a morte.

Se come me avete amato Il dolore perfetto, in questo libro riconoscerete il tratto lieve e misurato, la narrazione mai sopra le righe eppure coinvolgente, la bella scrittura.
Una storia che, raccontata, potrebbe sembrare amara ma che invece, letta, riempie il cuore. E questi libri io me li tengo cari, soprattutto in tempi così duri.
“Dovevamo saperlo che l’amore brucia la vita e fa volare il tempo”
Vincenzo Cardarelli
Recensione di Elena Gerla
Premio Campiello 2013: L’AMORE GRAFFIA IL MONDO Ugo Riccarelli

Commenta per primo

Commenti

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.