PREMI LETTERARI A CONFRONTO: Strega e Campiello 2018

PREMI LETTERARI A CONFRONTO: Strega e Campiello 2018

Leggi anche Premi Letterari a Confronto 2017

Leggi anche Premi Letterari a Confronto 2019

 

LA RAGAZZA CON LA LEICA, di Helena Janeczek (Strega) – LE ASSAGGIATRICI, di Rosella Postorino (Campiello)

Secondo un sondaggio effettuato tra gli iscritti al gruppo FB Un libro tira l’altro ovvero il passaparola dei libri il libro di Rosella Postorino (87%) supera ampiamente quello di Helena Janeczek (13%) – Risultati al 25/03/23

 

Alcuni commenti 

Le assaggiatrici senza ombra di dubbio, anche perché ho trovato La ragazza con la Leica totalmente illeggibile!

Maria Cristina

 

Mi è piaciuto molto Le assaggiatrici, mi ha fatto scoprire una pagina di storia che non conoscevo

Maria Rita

 

Una gara al ribasso per me. La ragazza con la Leica l’ho trovato di difficile lettura, compiaciuto politicamente, ma con poco racconto. Le assaggiatrici è una bella storia, sviluppata male, che diventa un romanzetto d’amore superficiale, senza studio, senza approfondimento. Lo voto perché almeno non è spocchioso.

Chiara

 

Le assaggiatrici mi è piaciuto sia per la storia sia per la sua intensità
Maria
Non mi sono piaciuti nessuno dei due. La ragazza con la Leica così scritto male che non l’ho finito
Luciana
Alcune recensioni

LA RAGAZZA CON LA LEICA, di Helena Janeczek

 

È la biografia di Gerda Taro: nata a Stoccarda nel 1910, travolta a morte da un carro armato durante la guerra civile spagnola, a Madrid il 26 luglio 1937.
Professione: fotografa di guerra e amante dell’ungherese Robert Capa, altrettanto fotografo con il quale lavorò. Civettuola e furba, indipendente e appassionata.

La ragazza con la leica
ACQUISTALO DA IBS ACQUISTALO DA FELTRINELLI ACQUISTALO DA LIBRACCIO

 

Essendo morta giovanissima, è passata alla storia come un’eroina coraggiosa. Ed è questa mitizzazione che ho…continua a leggere

 

 

 

LE ASSAGGIATRICI, di Rosella Postorino

Recensione 1

 

Dieci donne selezionate dalla SS nella Prussia Orientale sono assoldate come assaggiatrici dei pasti destinati al Fuhrer per scongiurarne la paura dell’avvelenamento.

Fra queste, Rosa Sauer, una giovane originaria di Berlino il cui marito, Gregor, è ormai da tempo a lottare sul fronte.

Nell’ambiente chiuso della mensa forzata di Gross-Partsch, un villaggio vicino alla Tana del Lupo, il quartier generale di Hitler nascosto nella foresta, fra le donne si intrecciano…continua a leggere

 

 

 

Non basta vincere un premio per essere apprezzati

NON BASTA VINCERE UN PREMIO PER ESSERE APPREZZATI: LA RAGAZZA CON LA LEICA Helena Janeczek

 

Grande tema senza pathos

Grande tema senza pathos: LE ASSAGGIATRICI Rosella Postorino

L’isola dei tesori, dove gli animali sono preziosi

Farmaciauno 1 – Sconti reali fino al 70%

Farmaciauno 2023

Commenta per primo

Commenti

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.