LE INTERVISTE DEL PASSAPAROLA DEI LIBRI – Libreria IL Mercante DI LIBRI

Il mercante di libri Agrigento

IL PASSAPAROLA DEI LIBRI HA INTERVISTATO Alessandro Accurso Tagano della libreria IL Mercante DI LIBRI Agrigento

 

Parlateci di voi. Chi siete e quando nasce la vostra attività?

Il mercante di Libri Agrigento La mia libreria nasce il 4 luglio 2015, il mio hobby di lettore diventa lavoro come libraio. In questi anni di alti e bassi ho avuto parecchie soddisfazioni, da 3 anni sono giurato al Premio Bancarella, sono stato giurato del Premio Nazionale di Poesia La Caravella per due anni, ho ricevuto riconoscimenti a livello locale e regionale.

Organizzo eventi e incontri con gli autori

Che tipo di lettori frequenta la vostra libreria?

La mia libreria è frequentata da lettori soprattutto di due fasce di età, 16/30 e 50/70, molti si lasciano consigliare

Lettori si nasce o si diventa?

Lettori si nasce, poche volte lo si diventa con il tempo, bisogna capire il genere che può piacere, io in genere consiglio di leggere (a chi non ha mai letto) lo stesso genere, scusate le ripetizioni, cinematografico preferito.

Essere librai nel 2019: che cosa è cambiato nel mestiere del libraio e nel ruolo del lettore, negli ultimi anni?

Si deve essere più psicologi che venditori e più organizzatori di eventi che librai asserragliati in libreria

Lettura e reti sociali: che cosa ne pensate di questo binomio? Si può essere “social” continuando a essere lettori? Quanto e come siete presenti sulle reti sociali e che impatto hanno queste sulla vostra attività?

I social media sono ormai importantissimi soprattutto nel marketing editoriale e libraio.
Devi incuriosire e pubblicizzare.
Nella mia realtà gli eBook non funzionano.

Nel nostro gruppo ci sono titoli che ormai hanno raggiunto lo stato di “libri di culto” o veri e propri tormentoni, come Il caso di Harry Quebert o la Saga dei Cazalet, non sempre a causa della loro qualità artistica ma grazie, soprattutto, a un passaparola costante sulle reti sociali: quali sono i titoli il cui successo vi ha maggiormente stupito e che idea vi siete fatti del motivo di questo successo?

I leoni di Sicilia sono un capolavoro infatti non mi ha sorpreso la sua ascesa, mi ha sorpreso negativamente, ha avuto poco successo, l’ultimo libro di Manzini “Ah Ah l’amore “

Qual è il titolo che, secondo voi, diventerà il prossimo “tormentone”?

Il mercante di Libri AgrigentoI prossimi romanzi di Alessandro D’Avenia e Camilleri/Montalbano

In molti, sul nostro gruppo, si lamentano del fatto che è diventato molto difficile invogliare alle lettura i giovanissimi: in base alla vostra esperienza è vero che i ragazzi leggono sempre di meno? Esiste una strategia che scrittori, librerie, case editrici o chiunque abbia a che fare con giovani lettori potrebbe utilizzare per interessarli di più?

Alcuni ragazzi leggono poco ma oggi con gli incontri con gli autori in classe, hanno ricominciato a leggere, questo significa che incontrare gli autori può essere stimolante per i ragazzi.

Come vi ponete nei confronti della lettura digitale? La considerate  una risorsa o una minaccia per la vostra attività e per il futuro dell’editoria?

La lettura digitale è una minaccia per noi librai ma può essere una risorsa, mi capita che alcuni lettori che iniziano a leggere in digitale , se è piaciuto il libro, lo comprano cartaceo. Comunque rimane una minaccia.

Consigliate tre libri, secondo voi imperdibili, ai nostri lettori, motivandone la scelta.

Il giorno della civetta di Sciascia, un libro che fa vedere la mentalità mafiosa di un tempo.
I leoni di Sicilia classico esempio di romanzo ambientato in più periodi storici, in questo caso leggendo la saga familiare si studia la storia siciliana e italiana
Harry Potter ha dato nuova linfa al fantasy non solo per ragazzi

Commenta per primo

Commenti

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.