Le 5 Recensioni più cliccate a OTTOBRE 2021

Su laFeltrinelli.it il regalo da Favola firmato Isabelle Allende
recensioni ottobre

Le 5 Recensioni più cliccate a OTTOBRE 2021 de iL Passaparola dei Libri

 

IL DISERTORE, di Abdulrazak Gurnah (NOBEL per la Letteratura 2021)

Abdulrazak Gurnah ha vinto il Nobel per la Letteratura 2021 per “la sua intransigente e compassionevole capacità di comprensione degli effetti del colonialismo e del destino dei rifugiati nel divario tra culture e continenti”. In Italia attualmente non esistono suoi romanzi in commercio, ma in questi giorni ho avuto la fortuna di leggere “Il Disertore”, pubblicato da Garzanti nel 2006, che contiene tutti i temi che lo hanno portato all’assegnazione del Nobel.
La struttura è complessa quindi cercherò di andare con ordine, ma soprattutto di concentrarmi sulle motivazioni del Nobel, senza spoilerare troppo.
il disertore

Suddiviso in tre parti, il romanzo racconta nella prima l’incontro – avvenuto nel 1899 – tra l’africano Hassanali e l’inglese Martin Pearce, viaggiatore, scrittore e studioso dell’Oriente, ormai allo stremo delle…leggi tutta la recensione

LA CHIAVE, LA LUCE E L’UBRIACO, di  Giorgio Parisi vincitore del  Premio Nobel per la fisica 2021

Se come me non capite niente di Fisica e pensate sia giunto il momento di saperne di più perché volete diventare anche voi un Premio Nobel, vi segnalo l’esistenza di questo suo libro “La chiave, la luce e l’ubriaco”, in cui spiega come si muove la ricerca scientifica di base partendo da una barzelletta.

«Mi viene in mente una vecchia barzelletta» dice. «Un ubriaco, di notte, si mette a cercare una chiave sotto un lampione. Arriva un tale che lo aiuta ma, non trovando nulla, gli chiede se è proprio sicuro di aver perso lì la chiave. L’ubriaco risponde: No, non sono affatto sicuro, ma è qui che c’è luce.» Con questo esempio scherzoso, ma non troppo, Giorgio Parisi inizia le sue…leggi tutta la recensione

PIOVEVANO UCCELLI, di Jocelyne Saucier

Un libro che raccoglie eccellenze “Piovevano uccelli”, pubblicato da Iperborea qualche mese fa. Una novità per la casa editrice che ha fatto conoscere agli italiani la letteratura del Nord Europa e che ora per la prima volta attraversa l’oceano e ci propone un’ambientazione nelle immense foreste del Canada. L’autrice Jocelyne Saucier sa coglierne il fascino e il mistero insieme agli odori e i fruscii che le abitano. Una narrazione fluida, delicata e attenta alle sensibilità dei propri personaggi, ultraottantenni, che si nascondono in queste immense…leggi tutta la recensione

TRADISCIMI, di Cristiana Danila Formetta (Carpa Koi)

 

Cristiana Danila Formetta
ACQUISTALO QUI

 

L’amore ha mille sfaccettature, mille facce e non sempre le sue modalità di espressione sono convenzionali. Ogni coppia, ogni storia d’amore è un mondo a sé che si fonda su equilibri e compromessi spesso incomprensibili dall’esterno. Elisa e Federico sono felicemente sposati. Lui è più grande di lei,ma questo sembra non avere peso. Quando, però, la malattia e la paura della morte spingono Federico a vivere “a metà” e a relegare il desiderio in un angolo oscuro della propria relazione, le cose cambiano…leggi tutta la recensione

 

 

 

I MIEI STUPIDI INTENTI, di Bernardo Zannoni

 

I MIEI STUPIDI INTENTI B. Zannoni 
ACQUISTALO SU IBS ACQUISTALO SU LA FELTRINELLI ACQUISTALO SU LIBRACCIO

Se non altro lo acquisterei per la accattivante copertina..

Una gallina e mezza è il prezzo che viene pagato Archy, ceduto da sua madre Annette all’usuraio Solomon che vive in una collina.

Bernardo Zannoni con il suo romanzo d’esordio ci racconta così la vita della faina Archy, una vita sfortunata e sofferta.

È il memoir di un mustelide che narra in prima persona la sua vita che, come quella di un uomo è fatta di gioia e sofferenza.

Fra alberi e tane sotterranee, Archy, nasce una notte d’inverno assieme ai sui fratelli.

E’orfano di padre e viene venduto dalla madre all’usuraio Solomon, una volpe, diventando così suo servo assieme al cane Gioele.

Oltre a Gioele, conosciamo il riccio Claus e tanti altri animali che hanno una componente antropomorfa, usano infatti letti, stoviglie, zappano la terra e si tirano addirittura i…leggi tutta la recensione

redazione@unlibrotiralaltroovveroilpassaparoladeilibri.it

Commenta per primo

Commenti

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.