I 5 GIALLI PIÙ CLICCATI AD AGOSTO 2021

Gialli più cliccati ad agosto 2021

I 5 GIALLI PIÙ CLICCATI AD AGOSTO 2021 de iPassaparola dei Libri 

 

IL RICHIAMO DEL CUCULO, di Robert Galbraith

 

Robert Galbraith, ovvero da Harry Potter a Cormoran Strike in un solo facile passaggio.

Si sente parlare spesso del blocco dello scrittore, ma esiste anche un altro blocco che a volte prende chi ama leggere: il blocco del lettore, quando magari hai letto qualcosa di particolarmente coinvolgente o quando vi sono periodi molto stressanti e tutti i libri non hanno sapore. O magari ti chiedi se vale veramente la pena di perdere tempo con un libro che rischia di non darti niente, nemmeno compagnia. E poi, capita! Ti capita tra le mani un libro di quelli che ti fa venire voglia di…leggi tutta la recensione  

PUZZA DI MORTO A VILLA VISTAMARE, di Patrizia Fortunati

Se avete voglia di leggere un giallo ma, al contempo, sbellicarvi dalle risate… allora non perdetevi “Puzza di morto a Villa Vistamare”.

Ma c’è anche un’altra ragione per farlo.

In questo romanzo infatti non troverete i soliti commissari di polizia superfighi, superdotati… insomma supertutto, e sapete perché?

 

PUZZA DI MORTO A VILLA VISTAMARE Patrizia Fortunati Recensioni Libri e News
ACQUISTALO SU IBS

Perché l’autrice ha deciso di ambientarlo in una casa di riposo per anziani. Quindi a tenervi compagnia non ci sarà lo Sherlock Holmes di turno, ma Peppino lo Sciancato, la Secca, Guerrino Visentin (sempre in giro a scroccare sigarette), la Bersagliera, Bellachioma, la Monaca e tanti altri: in poche parole i simpatici vecchietti che abitano la residenza.

Ma andiamo al fatto.

Al terzo piano e mezzo, nella “Torretta”, viene trovato morto uno degli ospiti più altolocati di Villa Vistamare.

Nientepopodimeno che il,,,leggi tutta la recensione 

 

L’ANNO DEI MISTERI, di Marco Vichi

Sarà capitato anche a voi, a noi, a tutti, di avere una musica in testa, un motivetto che ti risuona ripetutamente nelle orecchie e nel cervello, una specie di tarlo musicale che non dà cenni di volersene andare. Quasi sempre si tratta di una marcetta allegra, un ritornello semplice ed accattivante, anche simpatico, in voga al momento e che perciò risuona ovunque di continuo, fischiettato un po’ da tutti.

Avere una musica in testa non è solo un modo di dire, è un verso di una canzonetta d’ altri tempi, per l’esattezza “Zum zum zum”, che nel lontano 1969 era la sigla iniziale di una trasmissione musicale di grandissimo successo ai primordi della televisione, “Canzonissima”, uno dei più grandi successi televisivi della RAI, che allora deteneva il monopolio delle trasmissioni televisive.

L’ANNO DEI MISTERI Marco Vichi Recensioni Libri e News
ACQUISTALO SU IBSACQUISTALO SU LA FELTRINELLI ACQUISTALO SU LIBRACCIO

Questa premessa è un amarcord, perché “L’anno dei misteri” di Marco Vichi è esso stesso un amarcord, un ricordo, un riepilogo di frammenti della nostra storia, dei nostri usi e dei nostri consumi. Visti, filtrati, scrutati e analizzati attraverso una lente di antico e anticato vetro fiorentino, la fiorentinità è un must nei libri di Vichi. Marco Vichi più che uno scrittore, e certamente lo è, e bravo pure, scrive con stile fluido, scorrevole, discorsivo ed efficace nei dialoghi e nelle introspezioni, è in particolare un delizioso affabulatore, un…leggi tutta la recensione 

 

 

LAVORO A MANO ARMATA, di Pierre Lemaitre

 

Non va molto di moda la Francia, di questi tempi, perché tanti dicono di soffrire l’arroganza della sua presunta “grandeur” e qualcuno sostiene che “per esistere la Francia deve apparire più di quel che è”. Solo supponenza? No, anche capacità di valorizzare quello che hai e quello che sei: non è un male! Eppure quella grandeur si riscatta, perché non appare invincibile in un Paese dalle mille contraddizioni.

Così accade che Pierre Lemaitre, un autore francese che amiamo, ci racconti le sue storie di emarginati che cercano di affrancare se stessi a spese di arroganti e algidi potenti.

Non è solo invenzione: Lavoro a mano armata prende lo spunto da una vicenda realmente accaduta e di continuo ci ricorda il conflitto tra…leggi tutta la recensione  

 

DUE LIBRI A CONFRONTO: LA LETTRICE SCOMPARSA, di Fabio Stassi OGNI COINCIDENZA HA UN’ANIMA, di Fabio Stassi

Premesso che amo i libri che “parlano” di libri, commento insieme questi due lavori di Fabio Stassi perché sono accomunati, oltre che dall’autore, dall’argomento e dai protagonisti, che sono appunto i libri.
Fabio Stassi è stato il curatore dell’edizione italiana di “Curarsi con i libri – Rimedi letterari per ogni malanno” , di Berthoud e Elderkin; non so se l’idea di scrivere La lettrice scomparsa, l’abbia avuta prima o dopo quel lavoro, comunque l’idea, buona, è sempre la stessa, e cioè che i libri abbiano potere terapeutici.
Fabio Stassi
Si tratta di un giallo anomalo, in cui un detective sui generis, Vince Corso, di professione biblioterapeuta, con tanto di targhetta sulla porta, cura i suoi pazienti prescrivendo letture ad hoc e cerca di risolvere l’enigma della lettrice scomparsa decifrando gli indizi lasciati dalla lettrice stessa attraverso le sue letture. Definirei questo libro…leggi tutta la recensione 
.
.
Su Bauzaar.it troverai oltre 3.000 prodotti per il tuo gatto. Scopri il tuo nuovo negozio di quartiere

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.




Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.