LE INTERVISTE DEL PASSAPAROLA DEI LIBRI – Edizioni Ensemble

Su laFeltrinelli.it il regalo da Favola firmato Isabelle Allende
Edizioni Ensemble

IL PASSAPAROLA DEI LIBRI HA INTERVISTATO Matteo Chiavarone di Edizioni Ensemble

– Presentatevi ai nostri lettori. Come nasce la vostra casa editrice, come si è sviluppata e quali sono gli eventuali piani per il futuro?

 

Matteo Chiavarone Ed. Ensemble
Matteo Chiavarone

 

Buongiorno. Ensemble nasce nel 2011, nel 2021 compiamo dieci anni. La casa editrice nasce dall’idea di mettere insieme competenze di vario genere di un gruppo di amici interessati al mondo del libro. All’inizio ci occupavamo soprattutto di esordienti e letteratura migrante, poi negli anni siamo cresciuti e siamo diventati una casa editrice orgogliosamente generalista che cerca di cogliere le varie sfumature della narrativa e della poesia italiana e internazionale. In questo momento abbiamo fatto partir una nuova collana di narrativa, Solstizio, che pubblicherà autori che hanno già una storia editoriale alle spalle e che saranno capaci di raccontare, nei loro romanzi, alcuni aspetti del nostro tempo; il nostro tempo è anche il protagonista assoluto di una nuova collana di saggistica, Koinonia, diretta da Giulio de Ligio, che, attraverso voci internazionali di primissimo piano, proverà a spiegare la società, la comunità, che sta uscendo fuori da questa pandemia mondiale.

 

Tipi di Ensemble
ACQUISTALO SU IBS

– A che tipo di lettori si rivolge?

A chi piace leggere storie. Noi proponiamo quello, in fin dei conti.

 

– Qual è il titolo, l’autore oppure il progetto editoriale al quale siete più affezionati e perché?

L’autore a cui sono più affezionato è Gëzim Hajdari e la collana Erranze, che lo vede direttore. Grazie a suoi libri e al suo impegno abbiamo avuto riconoscimenti a livello mondiale (basti pensare che siamo gli unici in Italia ad aver pubblicato le poesie di Jean-Claude Izzo o di Glissant o di Gerda Stevenson.

 

IMAGU LUX
ACQUISTALO SU IBS

– In Italia si legge poco, così dicono le statistiche. Secondo voi è vero e perché e cosa si poterebbe fare per invertire la tendenza?

Si legge poco ma si può fare poco. Il tempo ci dirà se il libro sarà capace di sopravvivere, prima, e ripartire, poi.

 

–  Cosa ne pensate delle vendite online che stanno sempre più prendendo il posto delle librerie tradizionali?

Che sono la salvezza. Amazon – a parte la questione dei diritti dei lavoratori, che va seguita (ma non sono così sicuro che i diritti dei lavoratori siano rispettati meno che in molte librerie di catena o indipendenti) – lavora bene ed è, a suo modo, democratica. Se un nostro libro viene acquistato o semplicemente cercato ha lo stesso spazio di libri Mondadori o Feltrinelli.

 

– Qual è il vostro rapporto con i social, con quale strategia li usate e se ne traete dei vantaggi?

I social sono il presente ma non danno vantaggi, secondo me. Sono solo uno strumento di comunicazione.

 

redazione@unlibrotiralaltroovveroilpassaparoladeilibri.it

 

ACQUISTALO SU IBS

 

 

Commenta per primo

Commenti

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.