LE ATENIESI Alessandro Barbero

Feltrinelli KOBO Fomia maggio

È del 2015 questo breve romanzo storico di A. BARBERO, esperto medievalista, ma non solo, che spesso interviene in TV (specie su canale 54-Rai storia o per presentare il suo ultimo libro DANTE) con grande chiarezza, verve e simpatica, spontanea enfasi.

ATENE, V sec. a. C.

Senza tanti preamboli e pesantezze descrittive, BARBERO segue, a capitoli alterni, due scenari:

in città viene rappresentata la commedia di Aristofane “Lisistrata”;

in una villa in campagna una tragedia si consuma ai danni di due povere contadine da parte dei soliti “figli di ottima famiglia”.

I fatti accadono contemporaneamente e sono esposti in una sorta di montaggio parallelo.

Gustosissimo il resoconto della messa in scena della famosa commedia, riportata fedelmente e quasi integralmente, in cui le donne greche annunciano lo sciopero del sesso per costringere gli uomini alla pace; alle battute triviali e scurrili, ai doppi sensi rispondono i commenti scollacciati, i lazzi, le urla del pubblico, maschile, che reagisce vivacemente come nella sceneggiata napoletana.

Contemporaneamente, nella villa di campagna di ricchi aristocratici, dove prima i padri hanno tramato contro la democrazia, i giovani degni rampolli seviziano crudelmente due giovincelle.

L’autore ha dichiarato di essersi ispirato all’orrendo massacro del Circeo del 1975 che lo aveva impressionato quando aveva 16 anni e di averlo raccontato, mutatis mutandis, per liberarsene.

Sempre la stessa è la sopraffazione e arroganza del maschio, del ricco, del potente.

Dall’invenzione, basata sul vero (personaggi storici presenti sono l’aristocratico Crizia, Sofocle, lo stesso Aristofane) emerge la contraddizione della società ateniese: a fianco della democrazia, della filosofia, dell’arte, del culto della libertà si scoprono i meno nobili risvolti di una società patriarcale, profondamente maschilista, classista, schiavista.

Recensione di Laura Basso
LE ATENIESI Alessandro Barbero
Feltrinelli KOBO Fomia maggio

Commenta per primo

Commenti

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.