LE 5 RECENSIONI PIÙ CLICCATE A SETTEMBRE 2021

recensioni

LE 5 RECENSIONI PIÙ CLICCATE A SETTEMBRE 2021 de iL Passaparola dei Libri

 

Giulia Caminito vince il Premio CAMPIELLO 2021 con “L’ACQUA DEL LAGO NON È MAI DOLCE”

 

L'acqua del lago non è mai dolce G. Caminito
ACQUISTALO SU IBS ACQUISTALO SU LA FELTRINELLI ACQUISTALO SU LIBRACCIO

“L’acqua del lago non è mai dolce” di Giulia Caminito. Non apprezzo particolarmente gli autori italiani ma ho voluto dare un’opportunità a questa giovane scrittrice, incuriosita da un accenno di trama e dalla ragazza sulla copertina. La scrittrice ci racconta la non formazione di una ragazza nata in una famiglia povera e disagiata, con il padre disabile a seguito di un incidente e la madre coriacea e ammirevole per i suoi sacrifici e la sua onestà ma detestabile per il…leggi tutta la recensione 

 

 

 

L’autrice con questo romanzo ha avuto il pregio di farci conoscere (seppure con qualche digressione) la vita di una ragazza, povera e analfabeta, che ha contribuito a cambiare le conoscenze della storia della terra e dei suoi numerosi abitanti che si sono succeduti nei millenni.

Si raccontano, a capitoli alterni, due donne, una matura e una ragazzina.

1811, Inghilterra. Tre sorelle nubili Elisabeth, Louise e Margareth, arrivano da Londra in un piccolo villaggio del Sussex sulla costa meridionale, Lyme. Sono tre ragazze abbienti, vestono in modo borghese, hanno studiato, ma appaiono molto strane agli abitanti del posto.

Elisabeth, la maggiore, ha una strana mania: va alla ricerca di strani oggetti sulla…leggi tutta la recensione

DUE LIBRI A CONFRONTO, TRA CERTEZZE E PERPLESSITÀ: VENUTO AL MONDO – NON TI MUOVERE, di Margaret Mazzantini

 

 

Non ti muovere M. Mazzantini
ACQUISTALO SU IBS ACQUISTALO SU LA FELTRINELLI ACQUISTALO SU LIBRACCIO
VENUTO AL MONDO Margaret Mazzantini Recensioni Libri e News
ACQUISTALO SU IBS

Mi rendo conto che i libri della Mazzantini piacciono, e il cuore delle lettrici ha ragioni che la ragione ignora. Per cui, va bene così.

Ma questi 2 libri hanno vinto :

2002 premio Strega per “Non ti muovere

2009 premio Campiello per “Venuto al mondo“.

Un attimo di riflessione s’impone.

Ma è un giudizio del tutto personale il mio:

lo stile della pur brava Mazzantini oscilla tra un registro ricercato, ricco di metafore ad una terminologia sciatta, a tratti volgare.

Forse alla ricerca di un nuovo linguaggio? Però a me da l’impressione di una scrittura creata a…leggi tutta la recensione

LA CASA DEL CEDRO, di Monica Pais

Monica Pais è sicuramente la veterinaria più conosciuta sui social. Insieme al marito Paolo gestisce la ormai famosa “Clinica Duemari” ad Oristano, dove trovano affetto e cure non solo gli animali portati là a pagamento dai loro padroni, ma tantissimi animali di nessuno, maltrattati, torturati, abbandonati o vittime di incidenti.

Il più noto di questi “rottami”, chiamati così affettuosamente, è il cane Palla, quello che ha portato l’operato della clinica alla notorietà.
La casa del cedro recensioni Libri e News
ACQUISTALO SU IBS

Nei suoi precedenti libri Monica raccontava sia gli incontri più salienti con gli animali ai quali dispensava, fin da piccola, le sue cure con il desiderio di diventare una veterinaria e far sì che essi si avvalessero poi, oltre che del suo amore, anche delle sue competenze e la storia di un cane particolare che ritornava alla vita dopo aver subito incredibili torture da parte dell’uomo malvagio.

“La casa del cedro” (Longanesi 2020) è invece un libro un po’ diverso, una chiara autobiografia che, attraverso la sensibilità, la solitudine e il dolore vissuti dalla…leggi tutta la recensione

SE L’ACQUA RIDE, di Paolo Malaguti

 

È il primo ottobre del 1965. È mattina presto. Un ragazzo di 13 anni si sveglia, e non vorrebbe proprio alzarsi. Oggi è il primo giorno di scuola, e lui non ha nessuna voglia di andarci.

Un po’ perché deve vestirsi bene e mettere le scarpe, e a lui piace andare scalzo.

Un po’ perché a scuola dovrà fare attenzione a dire (e scrivere) il latte e non LA LATTE, il Brenta e non LA BRENTA, la bici e non LA BICIA.

E un po’ perché ha già nostalgia dell’ estate, trascorsa insieme al padre e al nonno Caronte, patròn della Teresina, l’imbarcazione a chiglia piatta su cui si guadagnano da vivere trasportando merci sui canali navigabili.

Ci troviamo a Battaglia, nella provincia di Padova. In quegli anni, il trasporto fluviale è in trasformazione: alcuni proprietari delle imbarcazioni hanno iniziato ad applicare il motore sui burci, per garantirsi la possibilità di consegne più rapide. Anche il…leggi tutta la recensione

redazione@unlibrotiralaltroovveroilpassaparoladeilibri.it

Commenta per primo

Commenti

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.