LA CASA DEL CARRUBO Barbara Bellomo

LA CASA DEL CARRUBO, di Barbara Bellomo (Salani – maggio 2022)

“ Fino a quando la guerra non arriva a bussare alla tua porta, sembra sempre meno cattiva di quello che ti aspetti”.
“Ma cosa vi credete, immortali? Siamo in guerra. E in guerra si muore”.
“Chiude gli occhi e deglutisce.
Quando li riapre guarda i brandelli delle tende, che si muovono mossi dal vento autunnale.
Quelle tende, pensa, sono proprio come lei.
Scampoli di una vita che non esiste più.
Di una vita che la guerra ha spazzato via”.

Il romanzo, ambientato in Sicilia, si snoda lungo le vicende che hanno visto l’isola protagonista, nel 1943,della “operazione Husky” ovvero lo sbarco in Sicilia da cui iniziò l’operazione alleata per liberare l’Italia dall’occupazione nazifascista. La stessa autrice afferma che la stesura del romanzo è nata dai ricordi sia del padre dell’autrice, sia della famiglia, sia del suocero.

 

 

Due le famiglie protagoniste del romanzo: i Floridia e i Villalba e su entrambe svetta maestoso e imponente, come un nume tutelare, un grande albero di carrubo. Ha protetto i suoi abitanti, da sempre e ora ha il “compito” di proteggere due famiglie. All’ombra dei suoi rami queste due famiglie impareranno a conoscersi e a condividere grandi dolori e piccole gioie.

Le vicende di Luca, Agata, Luigi, Assunta Nunzia, si intrecciano indissolubilmente tra segreti mai confessati (ma che due di loro conoscono benissimo) e la guerra, presente in ogni istante con tutte le sue brutture del caso: bombardamenti a raffica, morte, devastazione , stragi e stupri. Purtroppo cose che pensavamo cadute nel dimenticatoio della memoria o relegate solo sui libri di storia e che, invece, sono tornate attuali con la recente guerra in Ucraina.

 

 

Le vicende narrate nel romanzo , sono le vicende che tutte le famiglie hanno vissuto per riuscire a sopravvivere a un momento terribile come la guerra. Verità storica e fantasia si mescolano benissimo nel romanzo e tengono viva la tensione di chi legge.

protagonisti della storia storia, sono ben caratterizzati con emozioni, passioni e sentimenti che li portano a fare delle scelte a volte giuste, a volte incomprensibili. La Sicilia, che fa da sfondo al romanzo, è sempre bella, immobile, fatalista, imperturbabile, nemmeno le grandi figure che decideranno il futuro del mondo, Churchill, Roosevelt, Eisenhower , la scuoteranno: lei è lì , eterna, maestosa e indomita.

 

 

Questo è il primo romanzo che leggo di questa autrice e mi è piaciuto per lo stile fluido e accattivante con cui è scritto. Ho scoperto, facendo ricerche, che ha scritto altri romanzi, sempre editi dalla Salani , che ho intenzione di leggere.

Piccola biografia dell’autrice: Barbara Bellomo, laureata in Lettere, ha conseguito il dottorato di ricerca in Storia antica e ha lavorato per diversi anni presso la cattedra di Storia romana dell’Università di Catania. Attualmente insegna in una scuola superiore. All’attivo ha diverse pubblicazioni di storia romana.

Recensione di Lidia Campanile
LA CASA DEL CARRUBO Barbara Bellomo

Commenta per primo

Commenti

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.