I VICERÈ Federico De Roberto

I VICERÈ Federico De Roberto recensioni Libri e News UnLibro

I VICERÈ di Federico De Roberto

I Viceré,un libro bistrattato, stroncato alla nascita, io devo al film di Roberto Faenza,prima, e a questo gruppo, poi, la scoperta di questo romanzo.

Una lettura meravigliosa, scorrevole, una scrittura in un italiano forse desueto ma non morto, con parole che dovremmo ritornare ad usare.

I VICERÈ Federico De Roberto recensioni Libri e News UnlibroSeguiamo, dal 1854, per circa trent’anni, le vicende della famiglia Uzeda di Francalanza, famiglia catanese discendente dai viceré spagnoli. Seguendo questa famiglia, seguiamo le vicende politiche dell’Italia prima dell’Unità fin quasi alla fine del XIX secolo, un affresco da cui emerge il fallimento dei veri ideali del risorgimento e che fornisce una descrizione impietosa del popolo italiano.

I componenti della famiglia, tutti personaggi ben descritti, ben delineati nei caratteri e caratteristiche. Sono gretti, meschini, avidi, corrotti, assetati di denaro e potere; l’odio è l’unico sentimento espresso dalla maggior parte di loro. Per raggiungere i loro scopi non c’è niente che li possa fermare, l’inganno è una loro arma, ma anche l’adulazione, il servilismo, se serve allo scopo di avere testamenti favorevoli e aumentare prestigio con denaro e proprietà. Le donne sottomesse, schiacciate, non hanno facoltà decisionali né tantomeno idee proprie che non possono comunque
manifestare. Alcuni di essi sono destinati alla vita monastica e alla carriera ecclesiastica, continuano la loro vita con tanto di amanti e figli messi al mondo,la Chiesa corrotta, a cui questi nobili credenti, creduloni, superstiziosi, elargiscono denaro per avere appoggi e per ” salvarsi l’anima”.

L’ho detto, un libro impietoso, e molto, molto attuale. Sono rimasta alquanto disgustata, pensando ai dirigenti politici e non, a imprenditori, banchieri, frequentatori di salotti,economisti e conoscitori di alta finanza, corrotti e corruttori del nostro tempo, sono forse i discendenti di quella “nobile”stirpe?

Inutile dire, consigliato, consigliatissimo, e mi scuso per la lunghezza, ma un libro così non si può liquidare in poche righe.
Buona lettura.

Recensione di Sebastiana Cavasino

Titolo presente anche in Un Libro in un Tweet

1 Commento

  1. Sì concordo pienamente con le considerazioni fatte. A suo tempo anch’io l’avevo proposto al mio gruppo di lettura, tuttavia con apprezzamenti discordi…

Commenti

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.