Premio Bancarella 2022: L’INVERNO DEI LEONI Stefania Auci

Mi limitavo ad amare te, di Rosella Postorino

Premio Bancarella 2022: L’INVERNO DEI LEONI, di Stefania Auci (Nord)

Circa un anno dopo la sua uscita, finalmente è arrivato il tempo della lettura di questo libro che, insieme al primo volume, racconta centocinquanta anni circa della storia della famiglia Florio.

Si legge bene questo libro grazie alla bravura della scrittrice che per ben sei anni ha lavorato indefessamente a questo progetto letterario. Il risultato è gradevolissimo perché la scrittura armoniosa e fluente ha compiuto un risultato prodigioso. Ha aggiunto il possibile e il credibile al certo; Stefania Auci ha tratteggiato, con il suo racconto, vizi e virtù dei protagonisti della storia dando volto e colore alle vicende contenute nei libri di storia e negli archivi.

E, così facendo, gli Ignazio e i Vincenzo con Paolo, Giulia, Giovanna, Franca e tutti gli altri Florio sono diventati dei personaggi molto cari che ho amato per i loro talenti ma anche per I loro limiti.

Cosa potrei scrivere di un libro letto da milioni di lettori, in classifica per centinaia di settimane, un libro tradotto in oltre trenta lingue, che ha dato sollievo a molte librerie e che si è rivelata un’operazione di vero successo per la casa editrice?

Penso veramente di non poter aggiungere altro a ciò che non sia stato già scritto o pensato. Posso solo sottolineare che questa storia ricca di contraddizioni, questo destino opulento e, allo stesso tempo, di profondo decadimento, questo racconto così attento di ciò che è stato, ciò che è, e ciò che sarà la famiglia Florio, è, in fondo, la narrazione della Sicilia, della mia terra. Un posto magico e maledetto insieme, di enorme ricchezza e della più squallida povertà, di profonda cultura e di cafonaggine estrema.

Leggendo questo libro non si può non pensare ad altri libri che superbamente l’hanno raccontata come Il Gattopardo o I Viceré e l’accostamento so che farà arrossire l’autrice che mi pregio di conoscere personalmente.

Il fatto è che come quei capolavori che ho citato, questo libro racconta fedelmente i vizi e le virtù, la mentalità, la cultura, l’audacia e i limiti della Sicilia.

E già questo non è un’impresa di poco conto; in più questo libro, più del precedente a mio parere, è riuscito a consegnare al lettore il vero volto dei personaggi, al di là del loro mito che, inevitabilmente, avvolge la loro storia.

Recensione di Valeria Maggio

Premio Bancarella 2022: L’INVERNO DEI LEONI, di Stefania Auci

Leggi anche Due Libri a confrontoI Leoni di Sicilia – Il Rumore del Mondo

DUE LIBRI A CONFRONTO – I LEONI DI SICILIA Stefania Auci – IL RUMORE DEL MONDO Benedetta Cibrario

ACQUISTALO SU IBS ACQUISTALO SU LA FELTRINELLI ACQUISTALO SU LIBRACCIO

L’isola dei tesori, dove gli animali sono preziosi

Farmaciauno 1 Spedizione gratuita a partire da 29.90 euro

Farmaciauno PHYTO 2021

1 Commento

Commenti

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.