DUE LIBRI A CONFRONTO – I LEONI DI SICILIA Stefania Auci – IL RUMORE DEL MONDO Benedetta Cibrario

DUE LIBRI A CONFRONTO - I LEONI DI SICILIA Stefania Auci - IL RUMORE DEL MONDO Benedetta Cibrario Recensioni Libri e news

DUE LIBRI A CONFRONTO – I LEONI DI SICILIA, di Stefania Auci – IL RUMORE DEL MONDO, di Benedetta Cibrario

Storia di un successo:

Ho dedicato l’inverno a queste due letture: tutto insieme oltre 1200 pagine, una sfida!!! amo i libri a sfondo storico e leggendo la trama mi sono subito appassionata ad entrambi.

I leoni di SiciliaI rumori del mondo

La Sicilia dell 800 dei Florio, con le loro vicende di ascesa sociale, la Palermo di fine ottocento, la nascita di un azienda e di un successo mondiale, ma anche le vicende molto umane e familiari di una dinastia.

Il Piemonte dei Vignon, il viaggio di Anna e l’ambientamento di una “straniera“ nel Piemonte risorgimentale, con le sue convezioni polverose e la sua “antichità “, davanti a un mondo in fermento.

Sono due libri costruiti alla stessa maniera, con un approfondita analisi storica che ti trasporta nell’epoca senza mai annoiare: come non farsi trascinare dall’intraprendenza e dalla voglia di successo dei Florio, nati miserabili, ma fiduciosi nelle capacità umane, nel sacrificio anche personale, caparbi e pronti a sacrificare anche i sentimenti davanti a un progetto un ideale, una visione.

 

Ma anche il viaggio di Anna dall Inghilterra già moderna ad un Piemonte polveroso è un capolavoro di grazia e bellezza della rappresentazione, il valore del viaggio, nuovi panorami e nuovi occhi.

Come mai però la Auci ha sfondato e la Cibrario sta un passo indietro ? Eppure sono due romanzi molto simili……

A mio parere le differenze non sono né negli sfondi storici ne nelle vicende umane: e bella la storia tra Prospero Anna e Enrico, quanto l’amore non detto fra Giuseppina e Ignazio.

Ho forse trovato però una maggiore partecipazione nei personaggi della Auci: le figure femminili di Giuseppina e Giulia sono della grandi donne, coraggiose, temerarie per l’epoca, pronte ad affrontare sacrifici e privazione e a combattere per quello in cui credono.

 

Anne e un bellissimo personaggio, ma un po’ freddo, lontano e rassegnato allo scorrere degli eventi.

l’Italia della Cibrario appare sempre vista da lontano, come utopia e come una sfida.

L’Italia della Auci è qualcosa di reale, non un sogno, ma la lotta di ogni giorno per i propri ideali.

Sarà per questo che alla fine ho amato di più “i Leoni” e voi ?

Recensione di Francesca Tango

 

Presente nelle 5 recensioni più cliccate a Marzo 2020

e nelle 10 recensioni più cliccate del 1° semestre 2020

Commenta per primo

Commenti

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.