IL BUTTAFUOCO Dino Buzzati

Buttafuoco Dino Buzzati Recensioni Libri e news

IL BUTTAFUOCO, di Dino Buzzati

Molti di noi conoscono Dino Buzzati autore di romanzi, racconti, teatro. Cito qualche opera tra le più famose : Il deserto dei Tartari, Un amore, Bàrnabo delle montagne, La famosa invasione degli orsi in Sicilia, Bestiario e molti altri lavori, molti dei quali sono stati recensiti in questa sede.

 

IL BUTTAFUOCO Dino Buzzati Recensioni Libri e news

 

Oggi voglio parlare di un Buzzati ” diverso” visto sotto un nuovo aspetto professionale: uno scrittore giornalista, drammaturgo, librettista e pittore ( suo il disegno della copertina del libro). Prima di iniziare la recensione un’ultima premessa, la difficoltà di trovare questo testo quasi introvabile nei normali circuiti. Io l’ho trovato, in prestito, presso la Biblioteca Provinciale di Salerno, prestito di poche ore ma bastanti a fotocopiarlo.

Gli articoli e i servizi raccolti nel libro furono scritti quando l’autore era corrispondente di guerra del Corriere della Sera. Quegli articoli descrivevano avvenimenti, situazioni e comportamenti di fatti di guerra che avvennero nel Mar Mediterraneo nel periodo 1940/1943. Buzzati uomo di montagna si ritrova imbarcato sulle navi e sui sommergibili della Regia Marina. Quando si dice in casi della vita. Nel libro ci sono quarantacinque articoli e in questi articoli si parla di tutto e non soltanto di strategie militari ma di tutto il contesto che orbitava intorno agli equipaggi di cui è bene ricordare ben ventiduemila persero la vita. Gli articoli dopo un severo controllo della censura fascista, venivano accettati o rimandati indietro.

 

 

Buzzati da voce a tutti nel suo libro, alle mogli, alle mamme ai dolci ricordi del tempo di pace, in un altro articolo racconta la ” Sfida aperta a tre caccia britannici” “Ansie di un cane a bordo” esprime con arguzia il ruolo della mascotte a bordo, quasi tutte le navi avevamo un animale a bordo! Le voci del Trieste” , il Trieste era l’incrociatore dove era imbarcato Buzzati. “Scontro nel Canale di Sicilia” “Una crudele serata”, sarebbe troppo lungo elencare tutti gli articoli. A guerra finita ventidue anni dopo scriverà un articolo dove a un raduno ritrova i marinai di un tempo e partono i ricordi le emozioni e la commozione.

 

 

Ci risiamo alla fine viene fuori l’indole di Buzzati dei romanzi più belli , l’attesa attesa che diventa angoscia, situazioni assurde come lo è la vita e il binomio mare-guerra fa da sfondo perfetto per conoscere se stessi. Buzzati non si ferma alle apparenze ha la possibilità di scendere nel profondo, e non soltanto in senso metafisico! Lui scende negli abissi a bordo di sommergibili, troppo facile cercare il profondo sulla terraferma.

Egli è ossessionato e vuole scoprire cosa c’è sotto la superficie, non si ferma alla tranquillità apparente cerca di capire, spiegarsi perché uomini partiti da lontano da porti lontanissimi si debbano incontrare per uccidersi a vicenda.
Tutti temi magistralmente trattati “Nel Il deserto dei Tartari“.

Recensione di Greco Carmelo

IL BUTTAFUOCO Dino Buzzati

 

Commenta per primo

Commenti

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.