I PIÙ CATTIVI DELLA LETTERATURA: così un sondaggio svela chi sono

I cattivi della letteratura

I PIÙ CATTIVI DELLA LETTERATURA: così un sondaggio svela chi sono

 

 

I cattivi della letteratura

 

Che siano malvagi, avversari, antagonisti, i personaggi negativi hanno sempre avuto un ruolo fondamentale nell’economia della trama di un romanzo e non di rado ne hanno determinato lo spessore letterario; Stephen King, che di personaggi malvagi se ne intende, in un’intervista citò Dolores Umbridge, la perfida e antipatica preside di Hogwrats nel romanzo Harry Potter e l’ordine della Fenice come la cattiva per eccellenza, la migliore incarnazione di quanto ci può essere di brutto in un personaggio letterario.

 

 

Partendo dall’affermazione di King abbiamo chiesto, in un sondaggio rivolto ai membri della nostra community, se fossero o meno d’accordo e in caso contrario, chi avrebbero indicato come “il più cattivo della letteratura”. Ecco i risultati.

Se l’insopportabile Preside nata dalla penna di J.K. Rowling ha mantenuto saldamente il primo posto, al secondo troviamo Pennywise, il sinistro pagliaccio protagonista di It, capolavoro di Stephen King, mentre al terzo un nome inaspettato: Ramsay Bolton, l’odioso Lord di Grande Inverno creato da George R.R. Martin nella sua saga fantasy più famosa e  che fa la sua comparsa nel romanzo Lo Scontro dei Re, scavalcando nomi come l’Ispettore Javert, l’antagonista di Jean Valjean ne I Miserabili di Victor Hugo e nientemeno che Don Rodrigo, l’unico a essere stato creato da uno scrittore italiano tra quelli votati dai nostri lettori.

 

 

La classifica prosegue con un altro malvagio da manuale, ovvero Huriah Heep responsabile delle molte sofferenze di David Copperfield nel capolavoro di Charles Dickens; seguono, a debita distanza il dottor Hannibal Lecter, creato da Thomas Harris nel celeberrimo Il Silenzio degli Innocenti e Sauron, il Nemico per eccellenza negli scritti di J.R.R. Tolkien.

E voi, che tipo di “cattivo” preferite?

 

redazione@unlibrotiralaltroovveroilpassaparoladeilibri.it

 

 

Commenta per primo

Commenti

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.