QUELLO CHE NON TI DICONO Mario Calabresi

QUELLO CHE NON TI DICONO, di Mario Calabresi (Mondadori)

 

Facile (relativamente) scrivere un romanzo inventandone la storia, i personaggi e scrivendone liberamente l’intreccio narrativo.

Provate a farlo con una storia vera di cui nessuno vuol più parlare, sepolta da decenni perché riferita a un tempo passato ma non troppo, tanto che ci sono ancora diverse ferite sanguinanti in giro.

Calabresi torna nel luogo in cui ha sempre temuto di rimanere invischiato per ragioni dolorose e personalissime, la Milano degli anni sessanta/settanta centro dell’energia studentesca e dei primi tentativi di focalizzarla in organizzazioni terroristiche, tra malavita comune, indagini di polizia e brigate armate.

Al centro di tutto c’è un ragazzo, un giovane geniale e non allineato, cresciuto negli agi di una ricca famiglia di industriali ma attratto dalla possibilità di aiutare in prima persona coloro che abitavano le difficoltà sociali della periferia urbana.

Calabresi si muove benissimo nella scrittura, delicato ma sicuro di voler risalire la corrente dei fatti fino a non tralasciare alcun dettaglio, dipanando una matassa aggrovigliata che gli è stata proposta da una figlia che non ha mai conosciuto suo padre e che fa fatica ad allontanare le nuvole più nere.

Una storia sbagliata, da non dimenticare.

Una lettura che mi sento di consigliare.

Recensione di Franco Abbenda

QUELLO CHE NON TI DICONO Mario Calabresi

Commenta per primo

Commenti

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.