NESSUNO PUÒ VOLARE Simonetta Agnello Hornby

NESSUNO PUÒ VOLARE Simonetta Agnello Hornby Recensioni libri e News

NESSUNO PUÒ VOLARE, di Simonetta Agnello Hornby

 

NESSUNO PUÒ VOLARE Simonetta Agnello Hornby Recensioni Libri e news

Nessuno può volare eppure questa storia
si eleva e sprona ad andare oltre,
a volare sui pregiudizi.
Una madre forte e coraggiosa.
“Nella vita c’è di più del volare e forse anche del camminare. Lo avremmo trovato quel di più.”
C’è tristezza, preoccupazione ma soprattutto
determinazione in lei e in Giorgio, suo figlio,
nell’accettazione della disabilità, della quale parla senza lirismo.
Un racconto che è quasi un resoconto,
chiaro, dettagliato e lo si capisce anche dalle parole usate.
Pensiero dell’autrice, da me condiviso, è che cercare di “normalizzare” una disabilità
attraverso il linguaggio conduce al rischio
della negazione di un’evidenza.

 

 

Chiamare “non vedente” un cieco o
“non udente” un sordo,
ricorrere insomma a litoti non diminuisce il disagio e non risolve alcuna situazione.
Questo romanzo insegna a non stigmatizzare.
In una società che ci spinge sempre più
verso l’individualismo, la speranza è che ritorniamo a non sentirci distaccati
dalla sofferenza e dal disagio altrui.
John Donne lo ha scritto e
Simonetta Agnello Hornby ce lo ricorda:
“No man is an island”.
Ognuno di noi è parte di un tutto ed
ha il diritto di esserlo.

Recensione di Silvana Stoico

 

Commenta per primo

Commenti

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.