L’EREDE MISTERIOSO Georgette Heyer

L’EREDE MISTERIOSO, di Georgette Heyer (Astoria – febbraio 2022)

 

ACQUISTALO DA IBS ACQUISTALO DA FELTRINELLI ACQUISTALO DA LIBRACCIO

Non dedicherò troppo tempo alla presentazione dell’autrice di questo romanzo; mi limiterò a dire che i suoi libri sono ambientati all’epoca in cui è vissuta e ha scritto Jane Austen, ma in genere raffigurano personaggi che si muovono in un mondo più esclusivo, facendo parte dell’aristocrazia inglese della Reggenza: un’élite, insomma. Questo libro non fa eccezione, e quel mondo viene rappresentato, come sempre, in modo estremamente competente e colto (quanti riferimenti a Shakespeare!), ironico e gradevolissimo.

La storia si svolge a Darracott Place, nel Kent, un paio d’anni dopo Waterloo, in una avita dimora assai grande e, ahimè, malridotta, dove il capo della casata riunisce tutta la famiglia e convoca l’erede del titolo e delle proprietà ( assai male amministrate): un erede sconosciuto a zii e cugini, perché figlio di un figlio rinnegato a causa di un matrimonio con una “fuori casta”;Sua Signoria è stato costretto a riconoscerlo perché il primogenito e il suo unico maschio sono morti in un incidente.

Tutta la famiglia, sorpresa e scandalizzata dall’annuncio, è convinta che Hugh Darracott – ma lui preferisce essere chiamato Hugo – sia una persona rozza e indegna della ‘fortuna’ capitatagli, e Hugo, burlone, non fa nulla per cancellare quel pregiudizio, fingendosi quello che pagina dopo pagina capiremo non è, e rivelandosi una persona gentile, determinata e forte. Alla fine, quando si verifica una situazione scabrosa, è lui a risolverla con abilità, e tutti dovranno riconoscere le sue qualità, non ultima il possesso di una grande fortuna, ereditata dal nonno materno, un self made man.

Nel presente, oscuro momento, la lettura di questo romanzo risulta particolarmente piacevole e rinfrescante; la consiglio non per dimenticare quello che sta accadendo, ma per trovare un attimo di sollievo.
E mi sembra ovvio dedicare la recensione, in primis, alle signore, numerose, lo so, che ,in questo gruppo, amano Georgette Hayer.
Recensione di Anna Ciamarrughi
L’EREDE MISTERIOSO Georgette Hayer

Commenta per primo

Commenti

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.