LA SCOMPARSA DI JOSEF MENGELE Oliver Guez

LA SCOMPARSA DI JOSEF MENGELE Oliver Guez

LA SCOMPARSA DI JOSEF MENGELE, di Oliver Guez

 

LA SCOMPARSA DI JOSEF MENGELE Oliver Guez Recensioni Libri e News

 

Ambientato a Buenos Aires, principalmente.

La seconda guerra mondiale è terminata da alcuni anni e alcuni criminali nazisti sono riusciti a fuggiti dall’Europa con destinazione sud America.

Lui è uno dei tanti ma soprattutto tra i più pericolosi: l’angelo della morte.
Giugno 1949, il Dr. Josef Mengele è appena sbarcato, come finto meccanico, a Buenos Aires con il nome di Helmut Gregor.

 

 

La sua incredibile, tormentata (e sul finale) patetica e solitaria fuga, dura 30 anni.

Nelle 193 pagine di questo libro ha modo di attraversare Paraguay, Argentina, Brasile, Cile e perfino, udite, udite…fare viaggi lampo in Europa!!!

L’autore non si dimentica del passato e allora eccoci proiettati negli anni ’30, quando Mengele era un geniale studente di medicina. Qualche anno dopo approda ad Auschwitz, oramai affermato medico, che prenderà la decisione di mandare nell’inceneritore circa 400.000 ebrei.

L’ angelo della morte (come i suoi ” colleghi” del resto) era davvero furbo e abile per gestire cosi bene le sue fughe?

 

 

Forse si, ma la complicità di Vaticano, Croce rossa, Cia e perché no, anche dei coniugi argentini Peron, fu determinante.

Torniamo però al racconto, parte finale, il Mossad (servizio segreto israeliano) è oramai sulle sue tracce pronto per arrestarlo ma improvvisamente la ricerca viene sospesa…

Recensione di Marcello Avigo

Commenta per primo

Commenti

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.