LA REGINA SCALZA ldefonso Falcones 

LA REGINA SCALZA, di ldefonso Falcones

Consiglio a chi ama la Spagna e i romanzi storici questa intensa e sorprendente storia che ho appena finito di ascoltare.

La regina scalza I. falcones

Siamo nel 1748 a Triana, il quartiere gitano di Siviglia. Qui si incrociano le vicende di Caridad, schiava cubana liberata e appena arrivata in città e della famiglia Vega. Il patriarca Melchor, fiero e vendicativo odia la famiglia García che, anni prima, lo ha fatto arrestare e condannare a remare sulle galee reali. Sua figlia Ana, che ha ereditato lo stesso carattere e inimicizie, è sposata a José Carmona, fabbro animoso e maldisposto verso il padre di lei. Infine c’è Milagros, la frizzante e coraggiosa nipote del vecchio Vega, che accoglie Caridad come un’amica sincera. Proprio lei si innamora di Pedro García verso cui tutti cercano di metterlo in guardia. Ma tutti loro hanno un nemico: lo stato spagnolo, che da secoli perseguita e imprigiona i gitani.

Devo essere sincera: la lettura di questo romanzo è stata un po’ difficoltosa. Ne avevo letto metà lo scorso anno per poi abbandonarlo.

 

Non mi convinceva la leziosità di Falcones in alcune descrizioni, che indugiano molto sul descrivere ogni donna del libro come lasciva, sensuale e provocante, con dovizia di dettagli annessi. Descrizioni che, seppur verosimili in alcuni casi, si ripetono letteralmente ad ogni riga.

È la grande pecca di questo romanzo che pur è un gioiello per la maestria con cui vengono trattate le accurate vicende storiche e le intricate peripezie dei protagonisti.

Recensione di Rossana Bandi

Commenta per primo

Commenti

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.