LA PRINCIPESSA INSOMNIA e il rovello notturno color incubo Walter Moers

LA PRINCIPESSA INSOMNIA e il rovello notturno color incubo, di Walter Moers

In questo periodo strano, avevo proprio bisogno del conforto di una FAVOLA SONNAMBOLICA-ZAMONICA del caro vecchio Ildefonso De’ Sventramitis. Insomma di quel genio di cui aspettavo da anni un nuovo libro che è Walter Moers… un autore che scrive libri “per ragazzi”… perfetti per adulti!

Solo che non mi ha soddisfatto come sempre.

LA PRINCIPESSA INSOMNIA rovello notturno color incubo Walter Moers recensioni libri e News

La principessa Dylia ha un problema: non riesce a dormire. A nulla valgono i mille rimedi proposti da medici e sudditi vari, nè le estenuanti arrampicate sulle millemila scale delle altissime torri del suo regno: la principessa resta sveglia per giorni e settimane!

Di positivo c’è che Dylia non sa che significa la noia e impiega sempre bene il suo abbondantissimo tempo libero giocando con le parole, cercando “pavolemmi” sempre più belli ed elucubrando su invenzioni dai colori dell’arcobaleno…

Finchè un giorno si ritrova davanti Havarius Opal, uno gnometto piccolo brutto e coloratissimo, che si autodichiara il suo incubo peggiore e la guiderà nei meandri del suo stesso cervello, verso Amygdala e il Cuore Buio della Notte.

 

Una storia delirante, pieno di parole strane e creature fantasiose tra crepuscolini, brisbafi, egocette, mnemaracnidi, idee farfallone e traveggole… d’altronde è un libro di Moers.

Non molta trama ma mille descrizioni e teorie bislacche… ma manca qualcosa.

Si sente meno la voce del narratore zamoniano – Ildefonso De Sventramitis, che nei libri precedenti era quasi un personaggio che sbucava di tanto in tanto con forza dalla narrazione… e in generale manca secondo me un po’ di mordente alla storia, che forse stavolta divaga un po’ troppo.

 

Carino nel complesso, ma manca il lampo di genio a cui mi ero abituata.

O forse son cambiata io? Dovrò rileggere “Le 13 vite e 1/2 del capitano Orso Blu” per capirlo… nel frattempo chi di voi l’ha letto? che ne pensate?

Recensione di Monica De Giudici

Commenta per primo

Commenti

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.