LA BUFALA DI CELESTINO! – LA PROFEZIA DI CELESTINO James Redfield

LA BUFALA DI CELESTINO!

LA PROFEZIA DI CELESTINO, di James Redfield

Ho finito di leggere questo romanzo e mi sono trovata a chiedermi Eh beh!

Tanto scruscio per niente.

Tematiche trite e ritrite, trama banale, scrittura semplice, riflessioni nella norma.

 

la profezia di celestino

E’ pur vero che la nascita di questo libro si colloca 25 anni fa in un periodo di new age e di “Imagine”, segni zodiacali di qua e di là, esoterismo, misticismo, energia spirituale ying e yang, insomma sulla scia de “L’Alchimista” di Paulo Coelho e “L’onda perfetta” di Sergio Bambaren.

Energia e amore, amore e energia, uomo e universo, universo e uomo. Meraviglioso.
Illuminante, strabiliante se non fosse che
oggi questo genere non funziona più, sia ben inteso secondo il mio parere, non vorrei trovarmi contro “l’energia cosmica” di chi con la lettura di questo romanzo ha trovato la sua dimensione! Sarebbe un paradosso scontrarmi con i fans di Celestino considerato che la tematica principale del libro è la trasmissione di Amore: dare e avere solo esclusivamente Amore sotto forma di energia universale.

 

 

Questi romanzetti “illuminanti” trasformati in “bibbia spirituale” sono ormai out. Se piacciono bene ma non diamone un valore di Vangelo, leggiamoli con la leggerezza che trasmettono: una boccata di positività, senza cadere nel loro “inganno”, giacchè potremmo precipitare nella delusione scoprendo “l’isola (felice) che non c’è”. In poche parole rimaniamo con i piedi per terra assaporando le nuvole.

 

 

E se proprio vogliamo approfondire alcune tematiche fisiche, filosofiche, spirituali, conflittuali e via dicendo affidiamoci a libri che trattano i vari argomenti con serietà e professionalità frutto di studi nella concreta realtà delle cose e degli uomini, e non certo in manoscritto del 600 a.c. rinvenuto in Perù che ha la pretesa con 9 Illuminazioni scritte in aramaico di spiegare all’umanità il senso della vita fluttuando nell’aria e vedere il Paradiso!

 

 

In conclusione il romanzo è un romanzo. Punto.
Uno psicologo americano che va di punto in bianco alla ricerca del manoscritto in Perù fra le Ande, giungle, rovine storiche, missioni di speranza tra villaggi sperduti nella rigogliosa vegetazione della foresta fluviale; una serie di personaggi buoni che si incontrano, si perdono e si rincontrano messaggeri di un disegno universale fatto di coincidenze e intuizioni (che stress!) un’altra serie di personaggi cattivi (chiesa e governo) che intralciano il ritrovamento delle famose e preziose pergamene, facenti parte del Manoscritto celestino, ognuna delle quali ha un’illuminazione, verità assolute senza discussione alcuna.

Che dirvi. In ogni caso buona lettura male non fa!

“Niente capita per caso”

dal libro “La profezia di Celestino” di James Redfield

Recensione di Patrizia Zara

Commenta per primo

Commenti

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.