IL MISTERO DI PIAZZA DELL’ODIO Massimo Smith

IL MISTERO DI PIAZZA DELL’ODIO, di Massimo Smith (Newton Compton)

 

Per una singolare vicissitudine Nico Guerra, in fuga da Roma, arriva a Napoli ospite di una amica che gestisce un albergo un po’ “particolare”, e si trova coinvolto, suo malgrado in una storia più grande di lui che rischia di travolgerlo…

Ambientato a Napoli, questo libro scritto molto bene ma in maniera agevole, ha il grosso pregio di mostrare , pur in una cornice criminale, l’ironia, l’umanità, lo spirito tipico dei napoletani.

Come non affezionarsi a Gege’, scugnizzo duramente provato dalla vita ma con un grande cuore,

come non sorridere ai dialoghi di Soriano e Giappo, “falchi” in servizio su un territorio complesso, dai quali emerge una napoletanità che è insieme ironia e “cazzimma”.

A modo suo, molto particolare anche ” Doje botte”, killer al soldo del boss di zona, erede di codici mafiosi d’altri tempi.
Il tutto inserito su una trama gialla magistralmente concepita, che tiene fino all’ultimo col fiato sospeso, senza lasciar presagire nulla…
Un libro davvero bello, letto d’un fiato…
Recensione di Stefania Buonocore

IL MISTERO DI PIAZZA DELL’ODIO Massimo Smith

Commenta per primo

Commenti

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.