IL DENARO IN TESTA VITTORINO ANDREOLI

Feltrinelli KOBO Fomia maggio
Il denaro in testa

IL DENARO IN TESTA, di VITTORINO ANDREOLI

 

Un libro che tutti dovrebbero leggere perché, data la natura mercificata della nostra società, il rapporto con il denaro è, ahimè, al centro della nostra vita, volenti o non volenti, inutile negarlo.
Mi sono sempre chiesto come sia possibile che gente letteralmente piena di soldi sia disposta a infrangere la legge pur di accumularne sempre più, rischiando anche il carcere.
Oppure, come mai gente con un buon patrimonio in denaro da parte, conduca una vita triste e fatta di rinunce, quando potrebbe invece godersela in piena tranquillità.
Il denaro e il nostro rapporto con esso può essere, e molto spesso lo è, fonte di malessere e anche di patologie, più o meno gravi, sia per chi ne possiede tanto sia per chi è povero.
Solitamente il tema del denaro viene trattato dagli economisti, che non affrontano, però, gli aspetti psicologici che questo crea negli individui.
.
.
Andreoli, invece, da psichiatra, in questo testo approfondisce criticamente gli innumerevoli aspetti che il denaro chiama in causa nei soggetti con cui interagisce.
Dal semplice desiderio di possederne all’ossessione di accumularne sempre più, dalla dipendenza dal denaro alla paura di perderlo, e cosi via.
Man mano che si procede nella lettura del libro si capisce come spesso il denaro sia utilizzato come sostitutivo di altre mancanze esistenti nella sfera dell’affettività e delle relazioni o anche come risposta sbagliata a stati di depressione, ansia o angoscia.
O, ancora, si comprende come il denaro diventi un bisogno primario per stati di dipendenza dal gioco o dalle droghe o da tante altre attività che creano comunque dipendenza.
La critica di Andreoli va al cuore della società in cui viviamo, una società dove vengono costruiti continuamente nuovi bisogni e nuovi modelli di vita, portati al limite, che alimentano una rincorsa consumistica esasperata.
Una società dove gli individui per soddisfare il proprio narcisismo patologico vogliono sempre più denaro, sacrificando dimensioni di sé fondamentali per una vita sana, saggia ed equilibrata.
Infine Andreoli, ipotizzando un mondo ideale diverso dove il benessere e il gusto per la bellezza del mondo non dipendono esclusivamente dal denaro, spiega quali sono le cose veramente importanti della vita che potrebbero fare stare meglio noi e chi ci sta vicino.
.
Recensione di Algo Ferrari
.
IL DENARO IN TESTA VITTORINO ANDREOLI
Feltrinelli KOBO Fomia maggio

Commenta per primo

Commenti

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.