IL CASO OLIVETTI  Meryle Secrest

Il caso Olivetti recensioni Libri e News

IL CASO OLIVETTI, di  Meryle Secrest

“Rinuncerei ai miei spaghetti per questa Olivetti”

Chi scrisse questa frase fu una ragazza, subito dopo aver ammirato la “Studio 54”, macchina da scrivere in voga negli anni ’50.

Il caso Olivetti Recensioni Libri e News
ACQUISTALO SU IBS ACQUISTALO SU LA FELTRINELLI ACQUISTALO SU LIBRACCIO

Il modello citato era esposto presso un prestigioso showroom di New York, senza dimenticare un altro gioiello come la “lettera 22”, considerato nel design industriale, uno dei 100 prodotti migliori del secolo e facente parte delle collezioni permanenti del MoMa di New York.

Questo fa capire quanto i macchinari Olivetti si siano sempre contraddistinti per due ingredienti da alta, altissima cucina : tecnologia & design.

Una ricetta da palati fini inventata ai primi del ‘900 quando Camillo, un vero e proprio genio, fondò l’azienda di Ivrea.

Fortunatamente riuscì a trasmettere il suo fenomenale gene ai figli Roberto e Adriano oltre che al nipote Roberto.

Il gene non ci pensò neanche un attimo a rallentare la sua corsa, dato che colpì vari collaboratori, veri fuoriclasse della progettazione, come l’Ing. Mario Tchou, ad esempio.

L’Olivetti così come il suo gene che l’alimentava, era diventata una macchina inarrestabile al punto da sorpassare i mostri sacri americani, creando il primo Personal Computer della storia : il Programma 101.

A partire da metà degli anni ’60, ahimè, il gene insieme all’azienda, iniziarono sempre più a rallentare fino a precipitare in un profondo baratro.

Meryle Secrest, apprezzata biografa americana, ha studiato per anni la storia di questa azienda. Ha deciso di non risparmiarsi, volendoci accompagnare sul set di un incredibile film (verità) di spionaggio dove in molti lavoravano per la fine della Olivetti e chissà.. anche di alcuni suoi protagonisti..

Morti sospette, ruoli chiave di CIA & IBM, elezioni governative italiane pilotate dagli USA, fondi statali mai giunti, intrighi internazionali e scusatemi.. dimenticavo la Fiat.

Si, c’era anche lei…

Recensione di Marcello Avigo
IL CASO OLIVETTI  Meryle Secrest

Commenta per primo

Commenti

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.