TRILOGIA DELLA CITTÀ DI K. Agota Kristof

TRILOGIA DELLA CITTÀ DI K., di Agota Kristof

” Sono convinto, Lucas , che ogni essere umano è nato per scrivere un libro, e per nient’altro . Un libro geniale o un libro mediocre, non importa , ma colui che non scriverà niente è un essere perduto, non ha fatto altro che passare sulla terra senza lasciare traccia.”

TRILOGIA DELLA CITTÀ DI K. Agota Kristof trilogia della città di KAgota Kristof ha scritto un libro (una trilogia) geniale, minimale e micidiale , lasciando sulla terra un’impronta indelebile ed ogni lettore conserverà per sempre nell’animo e nella testa le sue parole gelide ma intense e forti e incisive come uno schiaffo o un morso che lascia il segno.

Il primo libro della trilogia ” Il grande quaderno ” è un diario con dei piccoli racconti , piccole storie di due gemelli protagonisti dell’intera trilogia che sono in parte autobiografici ma sapientemente romanzati dell’autrice che visse con suo fratello nell’Unigheria della seconda guerra mondiale. 

Agota utilizza la forma della metafora per raccontare la parabola del socialismo in un paese satellite dell’Urss dove la burocrazia cieca, la repressione , la povertà e la chiusura al mondo vengono descritte con poche parole che evocano immagini di orrore cupo, di carne e sangue . 

Diventa una fiaba nera con un eccellente esercizio psicoanalitico dove è presente : il doppio (la dualità) l’identità materna e la sessualità. Scorre anche la filosofia fra quelle righe, che tocca la morte , la verità e il senso del possesso.


Gli altri due libri della trilogia : “La prova” e “L’ultima menzogna” hanno uno stile più letterario ma sempre al limite dell’anoressia per il linguaggio asciutto.

Leggendo, sono rimasta quasi intrappolata in un labirinto dove cercavo di districarmi per trovare la strada della verità per capire dove era il delirio, dove la vita vissuta e dove quella immaginata.

Il finale dona la rivelazione forse inaspettata ma che lascia sospesi in balia di emozioni forti.

Recensione di Maria Pina Chessa

Commenta per primo

Commenti

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.