I 5 GIALLI PIÙ CLICCATI A SETTEMBRE 2021

I 5 GIALLI PIÙ CLICCATI A SETTEMBRE 2021 de iL Passaparola dei Libri 

 

UNA TRACCIA NEL BUIO, di Arnaldur Indridason

 

Forse un giorno vi racconterò cos’è per me l’Islanda. Vi confesso di averci già provato, ma il risultato non era nemmeno lontanamente soddisfacente e quindi ho rimandato.

Voglio, però parlarvi di questo libro. Si chiama “Una traccia nel buio”, di autore islandese, ovviamente ambientato in Islanda.

Trattasi di una investigazione su due livelli temporali diversi. E’ una tecnica già ampiamente sperimentata, a mio avviso molto valida, che offre all’autore la possibilità di parlare di “altro”, creando così due fuochi attorno a cui, con moto ellittico, i personaggi si muovono.

Quello che mi ha presa molto è stato, ancora una volta, il…leggi tutta la recensione

PIANO D, di Simon Urban

 

Questo oltre che essere un sorprendente e fantastico giallo è un libro distopico.

Ma qui la distopia non è ambientata in un lontano futuro bensì ai nostri giorni, in un mondo che non è il nostro, ma che potrebbe esserlo.

In un mondo dove il Muro di Berlino non è mai caduto e la DDR esiste ancora sotto il giogo dell’Unione Sovietica senza essersi mai riunificata con la Germania Ovest, e dove la delazione e la sorveglianza continua delle “vite degli altri” sono la prassi quotidiana.

Un mondo dove il colore dominante è il grigio in aperto contrasto con le sfavillanti luci al neon dell’Ovest.

E’ in questo contesto che il capitano Martin Wegener dovrà svolgere la sua inchiesta sull’omicidio di un…leggi tutta la recensione

IL PARADISO DEGLI ORCHI, di Daniel Pennac

 

La storia è raccontata in prima persona dal protagonista Benjamin Malaussène eroe e antieroe di una sgangheratissima quotidianità, fratello maggiore di una improbabile tribù di fratelli e sorelle di tutte le età. Malaussène vive a Parigi e lavora in un supermercato per mantenere la sua famiglia. Il suo lavoro è a dir poco strano. Nel supermercato di Benjamin si susseguono degli attentati al reparto giocattoli con diverse vittime. Attentati esplosivi strani e per certi aspetti inspiegabili. Il nostro eroe è sempre presente sulla scena del crimine e viene anche…leggi tutta la recensione

LA STAGIONE DI RAGNI, di Barbara Baraldi

 

Anche facendo un salto nel passato (siamo nel 1988) l’autrice non sbaglia mai ed incastra i lettori nella sua tela- Aurora, la profiler della fortunata trilogia sta per nascere.

Protagonista è Francesco Scalvati che attende di diventare padre. Siamo a Torino, al termine di un’estate particolarmente frenetica, ovvero quella del 1988. Un numero infinito di ragni ha colonizzato il ponte Vittorio Emanuele I: miriadi di ragnatele sul parapetto, se non è anomalo questo!

Sono i mitici anni Ottanta, ricostruiti con perizia nei particolari dall’autrice, che permettono a chi li ha vissuti un piacevole tuffo nel passato. Torino, probabilmente la più esoterica fra le città italiane, è sconquassata da una serie di omicidi efferati, l’ultimo dalle parti del Pian del Lot. Il magistrato Scalviati, con tutte le sue…leggi tutta la recensione

IL NOSTRO AGENTE ALL’AVANA, di Graham Greene

 

 

Ogni burla ha sempre un altro aspetto, l’aspetto della vittima” (pag 108)

Geniale, paradossale, profondo, intelligente, ironico.

Come ti trasformo un uomo “qualunque” (un commerciante di aspirapolveri) in una spia.

E come questo uomo qualunque, il grigio e serioso Jim Wormold, riesce splendidamente a svolgere il suo compito senza spiare mai…leggi tutta la recensione

 

 

 

Commenta per primo

Commenti

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.