DUE LIBRI A CONFRONTO: UNA QUESTIONE PRIVATA Beppe Fenoglio – IL MALE OSCURO Giuseppe Berto

Due libri a confronto

DUE LIBRI A CONFRONTO: UNA QUESTIONE PRIVATA, di Beppe Fenoglio – IL MALE OSCURO, di Giuseppe Berto

La recensione di oggi è piuttosto particolare. Ho avuto occasione di leggere e di scrivere per la rubrica “Il torneo letterario di Robinson” sull’omonimo inserto del quotidiano “La Repubblica. Mi sono stati assegnati due testi e mi è stato chiesto di scegliere quello che ho preferito di più.

La partita era:

Una questione privata (B. Fenoglio) VS Il male oscuro (B. Berto)
Commento

Quando ho finito di leggere entrambi i testi, ho visualizzato immediatamente un paragone calzante con la storia di Esopo “La lepre e la tartaruga”. “Una questione privata” per tematiche, stile narrativo e lunghezza del testo, è la nostra lepre. E’ un proiettile che al 99,9% dei casi va a segno. Racconta l’Italia delle montagne e della Resistenza. Racconta la storia di uno studente, che è un partigiano e che si innamora, soffre e diventa geloso, proprio come qualunque altro ragazzo non solo della sua epoca, ma anche dei nostri giorni.

Chi di noi non ha qualche “questione privata” che ha assolutamente la precedenza su tutto? La questione privata di Milton viene prima della lotta al fascismo, e il libro ce lo presenta con una sincerità disarmante e che agisce come un colpo di fulmine. “Il male oscuro”, invece, è la nostra tartaruga: lento, minuzioso, dettagliato.

A metà del libro ci si chiede perché continuare, la partita è già ampiamente vinta e invece… Pur col suo lento passo, ti accorgi, alla fine, che il libro di Berto ha saputo pian piano conquistarti andando a toccare, a volte con delicatezza, a volte con impeto, tasti che sono propri di ognuno di noi, celati nel profondo e, spesso, così ben nascosti che non ci rendiamo nemmeno conto di avere.
È la storia di un rapporto padre-figlio talmente tanto tormentato, da influenzare completamente la vita di questo figlio, l’autore, poiché parla in prima persona, anche dopo la morte del padre, anzi, soprattutto dopo questo lutto, che segna l’inizio di un senso di colpa verso il genitore, causa scatenante del “male oscuro” del figlio. Io, ben conscia della morale della favola di Esopo, ritengo che, anche in questo caso, la vittoria vada alla tartaruga e perciò la partita
Berto-Fenoglio, a mio parere, la vince Berto.

Recensione di Rita Annecchino

DUE LIBRI A CONFRONTO: UNA QUESTIONE PRIVATA Beppe Fenoglio – IL MALE OSCURO Giuseppe Berto

 

 

UNA QUESTIONE PRIVATA Beppe Fenoglio Recensioni Libri e News
ACQUISTALO SU IBS ACQUISTALO SU LA FELTRINELLI ACQUISTALO SU LIBRACCIO

Il male oscuro Giuseppe Berto
ACQUISTALO SU IBS ACQUISTALO SU LA FELTRINELLI ACQUISTALO SU LIBRACCIO

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.




Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.