COME UN LIBRO “LEGGERO” NON DEBBA ESSERE PER FORZA BANALE: LA TRECCIA Laetitia Colombani – LE SOLITE SOSPETTE John Niven

COME UN LIBRO “LEGGERO” NON DEBBA ESSERE PER FORZA BANALE: LA TRECCIA Laetitia Colombani – LE SOLITE SOSPETTE John Niven

 

LAETITIA COLOMBANI. LA TRECCIA (Nord)

India: Smita, appartenente alla casta degli intoccabili, conduce una vita di povertà e umiliazioni. alla quale vuole a tutti i costi sottrerre la figlia: ha deciso che Lalitha andrà a scuola. Italia: a Palermo, la giovane Giulia, mentre il padre lotta tra la vita e la morte, è obbligata a prendere difficili decisioni. Canada: Sarah, donna in carriera, determinata e rampante, si trova costretta a rivedere tutti i valori per cui ha sempre lottato. Tre donne, tre diversi luoghi, tre destini che si sfioreranno in maniera inaspettata, sotto il segno del coraggio femminile e della speranza. Un libro che si legge rapidamente e che lascia il lettore fiducioso , e aperto alla possibilità di cambiare in meglio un destino apparentemente segnato.

JOHN NIVEN, LE SOLITE SOSPETTE (Einaudi)

Anche qui le protagoniste sono donne, quattro amiche over sessanta, e anche loro sono ben determinate a cambiare il proprio destino, e lo fanno organizzando una rapina in banca. Un goffo poliziotto e il suo saccente assistente danno loro la caccia tra l’Inghilterra e la Francia. Romanzo leggerissimo ma godibilissimo e incalzante, mi ha regalato ore di puro divertimento, non fosse altro per il meraviglioso personaggio dell’anziana e indomabile Ethel. Ne verrebbe fuori un bel film.
Viva le donne battagliere e coraggiose e viva la leggerezza.
.
Di Marinella Messina
.
.

Commenta per primo

Commenti

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.