ALLA RICERCA DEL TEMPO PERDUTO V La prigioniera Marcel Proust 

ALLA RICERCA DEL TEMPO PERDUTO V La prigioniera, di Marcel Proust

Vai al IV Volume

Vai al VI Volume

 

 

 

 

Marcel Proust • Alla ricerca del tempo perduto V La prigioniera • anno 1923 L’amore esiste, si interroga Proust, nel senso romantico del termine, inteso cioè come idealizzazione del compagno/a, caratterizzato da profonda passione e sensazione di fusione con l’oggetto amato ? L’autore ritiene di no e raccontando la sua storia con Albertine, la descrive caratterizzata da continui ripensamenti, determinati da pulsioni più sessuali che amorose, gelosia verso chi potrebbe “sottrargli” l’amata, paura della perdita e al contrario sensazione di noia/non amore quando invece l’amata è a sua completa disposizione.

 

 

L’altro non esiste se non in rapporto all’amato/a e l’amore non è niente più che un capriccio passeggero, che invade, limitando la percezione del mondo esterno, tutti i sensi fino a che, un bel giorno, così all’improvviso, scompare. Il concetto è stato espresso da Proust già “in un amore di Swann” parte del primo libro de la recherche du temps perdu e in quell’occasione mi era sembrato più efficace, più sentito. Li c’era Swann, un bell’uomo, apprezzato dalle donne che si invaghiva di Odette una ex prostituta che per conquistarlo e farsi sposare lo faceva soffrire. Qui c’è Marcel, uomo mite, sofferente e malaticcio che con le donne non ha mai avuto fortuna e che è costretto a rinchiudere nella sua casa Albertine perché troppo timoroso e spaventato dal mondo. Con Swann il rapporto, pur travagliato, è sicuramente più sano, qui appare invece malato e perverso.

 

 

Ecco alcune frasi: “E in amore è più facile rinunciare ad un sentimento che perdere un’abitudine” “in una separazione, è chi non ama d’amore a dire le cose più tenere, dato che l’amore non si esprime direttamente – …destare, nell’essere che lo ispira senza provarlo, un affetto, una riconoscenza meno egoistici del sentimento che li ha provocati, e destinati forse, dopo anni di separazione, quando più niente di quello resisterà nell’amante d’un tempo, a sussistere ancora nell’amata”.

 

Recensione di Barbara Gatti

 

ALLA RICERCA DEL TEMPO PERDUTO IV Sodoma e Gomorra Marcel Proust

ALLA RICERCA DEL TEMPO PERDUTO IV Sodoma e Gomorra Marcel Proust

 

ALLA RICERCA DEL TEMPO PERDUTO VI Albertine Scomparsa Marcel Proust 

ALLA RICERCA DEL TEMPO PERDUTO VI Albertine Scomparsa Marcel Proust 

 

L’isola dei tesori, dove gli animali sono preziosi

Commenta per primo

Commenti

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.