AFRODITA Isabel Allende

AFRODITA Isabel Allende Recensioni Libri e news

AFRODITA, di Isabel Allende

Qualche anno dopo il tragico evento che noi tutti sappiamo, l’indomita, grande cantastorie
torno’ alla scrittura con un libro di cucina.
(1997)
Lo dedico’ tra l’altro “… agli uomini spaventati e alle donne malinconiche” e quel geniale – spaventati – riferito agli uomini nella società contemporanea si può declinare in mille modi.
Un libro di cucina? Dirà qualcuno.
Ma perché no?

AFRODITA Isabel Allende Recensioni Libri e News

Come esistono i gialli d ‘autore, penso si possa parlare anche di ricettari d’ autore.
Intendo quei libri attraverso cui, dietro il cibo,
si intravede il mondo, il gusto, la cultura di chi scrive.

Se si apre questo libro sembrano uscirne per incanto i colori caldi, i sapori, gli aromi della
America latina.
Il volume è incentrato sul rapporto fra cibo e sesso, intesi come le fonti della vita.
Quindi grande profusione di cibi afrodisiaci,
spezie di ogni genere, prodotti tipici della sua terra, per concludere con ironia che l’afrodi-
siaco migliore è la passione amorosa.

Prima del ricettario vero e proprio, troviamo brevi racconti, riflessioni, annotazioni infram-
mezzate da belle e colorate immagini, dove il tema del cibo fa da fil-rouge.
Qua e là riaffiorano i personaggi che hanno popolato i suoi romanzi e che molte di noi hanno amato : insomma, una gioia per gli occhi e per il cuore.

Per ragioni misteriose, la consultazione di un bel libro di cucina mi mette allegria e mi rende di buon umore.

Recensione di Ornella Panaro

Commenta per primo

Commenti

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.