533 IL LIBRO DEI GIORNI Cees Nooteboom

533 IL LIBRO DEI GIORNI Cees Nooteboom Recensioni Libri e News Unlibro

533 IL LIBRO DEI GIORNI, di Cees Nooteboom (Iperborea)

“<<Il faut cultiver notre jardin (bisogna coltivare il nostro giardino)>> dice Voltaire in conclusione del Candide. E se le cose stessero diversamente? O se fosse il contrario? Io non sono una pianta, ma se fosse il giardino a coltivare me? A insegnarmi inaspettate forme di attenzione?”

533 IL LIBRO DEI GIORNI Cees Nooteboom Recensioni Libri e News UnlibroQuesto si domanda Nooteboom e se aggiungiamo che il nostro giardino è nel mondo, è il mondo…

…533 giorni delle estati di Nooteboom a Minorca, con le preoccupazioni per il suo giardino di cactus, per le palme infestate e per la yucca che chiede luce, con il suo amore per l'<<isola del vento>>, con i suoi pensieri sul posto che noi uomini occupiamo nel mondo.

Nooteboom si interroga, con l’umiltà del profano, su misteri botanici e zoologici, li intreccia alla sua passione per le parole, apre vecchi dizionari, ascolta con meraviglia i suoni nascosti nei rumori, alza gli occhi su Cassiopea e Andromeda.

I pensieri e le riflessioni sono accompagnati da tracce storiche e letterarie: la Divina Commedia, Montaigne, Borges e la sua antipatia per l’amatissimo (dall’autore) Gombrowicz, il ripetersi della storia come tragedia e mai come farsa. Il tutto al cospetto di Minorca, l’ affascinante isola del vento!

 

Recensione di Anna Rimondi

Commenta per primo

Commenti

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.