UNA PERFETTA SCONOSCIUTA Alafair Burke 

UNA PERFETTA SCONOSCIUTA Alafair Burke  Recensioni Libri e News Unlibro

UNA PERFETTA SCONOSCIUTA, di Alafair Burke

Ho conosciuto questa autrice con “La ragazza nel parco”, libro che ha avuto un notevole successo ma che ha anche suscitato molti pareri contrastanti.

Ecco, io appartengo a quella cerchia di lettori che non lo ha apprezzato… da un thriller di fascia medio-alta mi aspetto (rectius: pretendo) una trama complessa e articolata e personaggi psicologicamente ben delineati e purtroppo, nel thriller d’esordio della Burke, non ho trovato nulla di tutto questo…

UNA PERFETTA SCONOSCIUTA Alafair Burke  Recensioni Libri e News UnlibroDevo dire che nel suo secondo libro, Una perfetta sconosciuta, ho trovato un piccolo salto di qualità.

Troviamo Alice Humphrey, 37 anni, figlia di un famoso regista cinematografico e di un ex attrice, entrambi da premio Oscar, che, dopo mesi di disoccupazione e con l’autostima pari ormai quasi a 0, durante un vernissage conosce l’affascinante Drew Campbell che le offre il lavoro dei suoi sogni: la direzione di una galleria d’arte per conto di un ricco quanto misterioso proprietario.

Peccato che, dopo appena 3 giorni dall’inaugurazione, Alice, investita dallo scandalo provocato dalla prima mostra, si ritrova letteralmente ad inciampare nel cadavere del fantomatico Drew all’interno della galleria ormai completamente vuota.

Come se non bastasse, a complicare le cose salta fuori una fotografia nella quale lei, con i suoi inconfondibili capelli rossi e il cappotto blu, sembra baciare Drew, l’uomo che aveva dichiarato alla polizia di conoscere appena.

Mentre a New York la polizia indaga sul suo passato, a pochi km di distanza, a Dover, nel New Jersey, la quindicenne Becca Stevenson sembra essere svanita nel nulla. Figlia di Joan, ragazza madre che dopo tanti sacrifici è riuscita ad avere un lavoro e una casa, Becca è una ragazzina come tante alle prese con i problemi adolescenziali e vittima di bullismo da parte dei suoi compagni di liceo.

Nel libro troviamo quindi due indagini parallele, la prima per omicidio, la seconda per rapimento.

Parallelamente a tutto ciò troviamo Hank Beckman, agente del FBI, alle prese con pedinamenti e appostamenti dell’uomo considerato colpevole della morte della sua amata sorella Ellen, tale Travis Larson.

La storia ci viene raccontata da un narratore esterno, che conosce bene i protagonisti e ne esprime sentimenti, paure e desideri.

Ho trovato il libro apprezzabile, sicuramente più del primo, anche se non eccelso.

Si ha l’impressione che l’autrice abbia voluto mettere un po’ troppa carne sul fuoco.

Comunque, tutto sommato, promosso!

Recensione di Anna De Luca

Commenta per primo

Commenti

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.