STORIA DI UNA LUMACA CHE SCOPRÌ L’IMPORTANZA DELLA LENTEZZA Luis Sepúlveda

STORIA DI UNA LUMACA CHE SCOPRÌ L’IMPORTANZA DELLA LENTEZZA, di Luis Sepúlveda

“ Un vero ribelle conosce la paura
ma sa vincerla”

 

STORIA DI UNA LUMACA CHE SCOPRÌ L'IMPORTANZA DELLA LENTEZZA, di Luis Sepúlveda Recensioni Libri e News

 

Un altro lungo titolo per l’ennesima favola morale di Luis Sepùlveda. “Storia di una lumaca che scoprì l’importanza della lentezza (Guanda 2013) nasce ispirato da una semplice domanda che il nipotino dello scrittore gli pose. Perché le lumache sono così lente? Chiese il piccolo Daniel. Ed ecco questo breve e “veloce” libretto ( subito pronto in contrasto con la lentezza di cui si parla) che scritto semplicemente per essere ben intenso dai bambini, contiene come sempre anche degli ottimi spunti di riflessione per gli adulti.

 

 

La comunità di lumache che vive nel Paese del Dente di Leone è abituata ad accettare la lentezza, la fragilità e la vaghezza della vita che conduce. Nessuno ha un nome e tra loro si chiamano semplicemente “lumaca” e nessuno pare voglia scoprire il perché della loro lentezza che spesso le rende così esposte al pericolo. Nessuno tranne una lumachina che, postasi la domanda, vuole cercare con determinatezza una risposta al suo quesito e vuole essere riconosciuta con un nome proprio che la possa distinguere da tutte le altre. Per questi motivi, nonostante irrisa dalle compagne e considerata un elemento disturbante al “quieto vivere” del gruppo, la lumachina intraprende un viaggio solitario e pericoloso alla ricerca della sua strada e della sua unicità. L’incontro con tanti animali del bosco e in particolare con un nostalgico gufo e una tartaruga saggia dal nome importante (Memoria) la condurranno a conoscere la verità, a vincere le sue paure e ad avere un nome appropriato.

 

 

Ritrovando le motivazioni del suo esistere, non solo non sarà egoista ma sarà capace di tornare indietro per salvare le compagne da una minaccia incombente che potrebbe travolgerle, anche se non tutte le crederanno e seguiranno i suoi consigli.

 

 

Con la sua scrittura delicata, piena di poesia e soffusa di ironia, Sepulveda punta il dito sulla nostra vita frenetica che non ci dà il tempo di assaporare i momenti importanti della nostra vita dando il giusto valore ai rapporti umani che da un attento e rispettoso interscambio hanno tanto da insegnare e ci mostra anche che, quelle che spesso sono considerate debolezze o imperfezioni, possono rivelarsi dei veri punti di forza in un mondo che ha il coraggio di apprezzare la diversità se solo riuscisse a liberarsi da ogni pregiudizio e a credere di più nei giovani, senza tarpare le ali della loro curiosità e della loro ricerca di significati profondi seppure differenti dai nostri.

Recensione di Maristella Copula 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.




Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.