RICORDAMI COSÌ Bret Anthony Jonston

RICORDAMI COSÌ Bret Anthony Jonston Recensioni Libri e news unlibro

RICORDAMI COSÌ, di Bret Anthony Jonston

Justin ha undici anni quando scompare nel nulla; la famiglia lo cerca, non si arrende all’idea che sia morto ma quell’assenza intollerabile ne mina le fondamenta, trasformando profondamente ogni suo membro.

RICORDAMI COSÌ Bret Anthony Jonston recensioni Libri e News UnLibro

Quando poi quell’assenza intollerabile sembra divenuta parte della quotidianità, ecco l’imprevedibile: Justin torna; adesso però è un ragazzo di 15 anni e quei 4 anni di silenzio pesano come macigni.

Anche se al centro della narrazione c’è la scomparsa di un bambino, il romanzo non parla di quello; racconta, piuttosto, le conseguenze di quella scomparsa sugli altri personaggi della storia e costringe il lettore a interrogarsi insieme a ognuno di essi, scoprendo, con loro, di non avere risposte adeguate.

Al centro del romanzo c’è il dolore della perdita, sentimento che l’autore analizza attraverso un percorso che porta il lettore ad analizzarlo e a farlo proprio, condotto sull’appoggio di una trama quasi da thriller; i familiari di Justin reagiscono in modo diverso a a quel dolore soffocante e trovano rifugi diversi, nei quali lo scrittore li segue e  li accompagna con efficacia.

 

Il ritorno di Justin nel nucleo familiare sconvolge, nuovamente, tutte quelle esistenze e il dolore lascia spazio all’ansia per la ricerca di un nuovo equilibrio che si trasforma in angoscia, via via che diventa chiaro che la vita della famiglia è stata di nuovo sconvolta in modo radicale.

Perdersi e ritrovarsi sono due facce della stessa medaglia e di entrambe Johnston traccia perfettamente i contorni e i dettagli, ricordandoci continuamente che il confine tra la gioia e la disperazione è quanto mai labile e il lettore può sperimentarlo attraverso la malinconica storia della famiglia Cambell.

Lo stile dell’autore, ricco di metafore, descrizioni e perfetti approfondimenti psicologici, lascia al lettore un romanzo originale ma angosciante, narrato con prosa scorrevole, priva di frasi d’effetto o messaggi consolatori.

 

Consigliato ai lettori in cerca di letture di alto livello e pronti ad affrontare gli inevitabili sconvolgimenti emotivi che questo libro provocherà.

Recensione di Valentina Leoni

Commenta per primo

Commenti

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.