QUEL CHE SI VEDE DA QUI Mariana Leky

QUEL CHE SI VEDE DA QUI Mariana Leky Recensioni Libri e News

QUEL CHE SI VEDE DA QUI, di Mariana Leky (Keller)

Ci sono romanzi che restano nel cuore, altri che si dimenticano subito o che lasciano poco di loro dentro di noi.
“Quel che si vede da qui”, di Mariana Leky per le edizioni Keller Editore, non appartiene a nessuna di queste categorie. È un romanzo speciale.
QUEL CHE SI VEDE DA QUI Mariana Leky Recensioni Libri e News UnLibroMariana Leky usa con maestria una scrittura ammaliante, originale, colta ed espressiva e inventa un mondo così esclusivo da restare nel cuore. Il suo romanzo è una favola, dolcissima, che si interiorizza e resta attaccata alla pelle; a fine lettura mi sono sentita “a stomaco vuoto”, mi mancava qualcosa, qualcuno, per l’esattezza.
Perché i personaggi della storia si appiccicano addosso e perderli è davvero doloroso.
“…non bisogna lasciarsi intimidire da un borioso addio, che gli si può sfuggire eccome, perché tutti gli addii sono negoziabili finché nessuno muore…” (pag 149)
L’atmosfera che si respira nella lettura è di pura tranquillità, di serenità; le braccia di Selma, le sue parole, anche i suoi sogni, danno un senso di protezione, si percepisce una sicurezza. Ma tutti gli abitanti della “bizzarra comunità di Westerwald” sono speciali e restano attaccati al cuore: l’ottico, Elsbeth, e poi naturalmente Luise e Martin e Alaska.
Un romanzo intelligente, una narrazione distensiva ed appagante che affronta temi importanti con grande freschezza narrativa: la vita, la morte, la lontananza, l’amore. Non si può commentare ulteriormente, perché le sensazioni sono molto soggettive. Per me, un piccolo capolavoro.
Recensione di Lauretta Chiarini

Commenta per primo

Commenti

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.