POLPETTE E ALTRE STORIE BREVISSIME Jacopo Masini

POLPETTE E ALTRE STORIE BREVISSIME, di Jacopo Masini (Del vecchio Editore)

Credo che il segreto delle Polpette masiniane stia in questo ingrediente

“Per fregare la morte bisogna innamorarsi ogni giorno di cose diverse e conservarle”.

Mica facile trovarlo, ma possibile!

Polpette e altre storie brevissime
ACQUISTALO SU IBS ACQUISTALO SU LA FELTRINELLI

Io, le precedenti Polpette le ho proprio gustate; tant’è che non ho potuto fare a meno di assaggiare le nuove onde avere conferma (semmai fosse stato necessario) che Jacopo Masini è uno chef sapiente dell’uso della parola, delle microstorie, dei microcosmi, della narrativa brevissima e succosa, delle emozioni e dei sentimenti, della vita.

C’è la vita a scorrere nella scrittura di Masini. Le piccinerie umane diventano esperimenti linguistici e letterari che spingono alla consapevolezza di sé “Leone Bruschi diceva che lui e la moglie erano come due falene: attratti dalla stessa luce, divisi da una lampadina.” Ecco che la ‘scrittura masiniana’, così raffinata e ricercata, diventa semplice e immediata.

Tutti, in molti, cerchiamo gli aforismi del giorno. Ebbene, fatevi una ‘polpetta’ al giorno che è meglio! Io almeno faccio così. Oggi, ad esempio ero così ‘scoraggiata che ha deciso di darsi all’alcolismo. Adesso beve tre litri di vino al giorno, ma li diluisce con lo smalto per le unghie. Il che, dice, la fa sentire molto femminile e un po’ meno scoraggiata’.

Poche righe per creare un mondo e riportarcelo sotto gli occhi. Poche righe per ritrovare pace.
Nella prima lettura ho saggiato gli ingredienti, in questa fase ho cambiato prospettiva. Le Polpette sono tanti piccoli semi reali e irreali, immaginifici, sparsi nella pianura umana; tocca a ognuno di noi farli germogliare, creare il proprio universo, farli attecchire a sé così come la ‘parola amore … che si attacca alle mani’. Tante piccole allegorie quotidiane che possono restare lì o esplodere in noi lettori.
C’è da dire che nelle ambientazioni anche fantasiose di orchi e streghe, mostri e vampiri, tragicomiche e romantiche, non riesco mai, tuttavia, a staccarmi dai ‘paesaggi’ di Masini, quelli forse interiorizzati: la pianura, la campagna, i canali, i piccoli centri di provincia, le case diroccate e la nebbia, i nomi dei personaggi.
Mangiando Polpette di certo ‘Non vi dimenticherete delle tette meravigliose della Sig.ra Malvezzi”, che hanno sempre un loro perché.
E per fortuna che Jacopo Masini si siede al tavolo, accende la lampada e inizia a scrivere. Di Polpette ne abbiamo sempre bisogno.
Polpette, Jacopo Masini

Recensione di Nunzia Cappucci

POLPETTE E ALTRE STORIE BREVISSIME Jacopo Masini

Polpette e altre storie brevissime
ACQUISTALO SU IBS ACQUISTALO SU LA FELTRINELLI

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.




Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.