LONGBOURN HOUSE Jo Baker

Feltrinelli KOBO Fomia maggio

 

Mi sono spesso domandata quale sia veramente la scrittura creativa, a cominciare da quella praticata da laboratori ad hoc, dagli esercizi di stile ( alcuni veramente ” nobili”), da riscritture a misura di scolari (Rodari docet). O piuttosto, non sarà che l’unica vera scrittura creativa sia solo quella che si eleva a letteratura ?

Jo Baker insegna scrittura creativa all’ Università di Lancaster ed ha ideato un romanzo “servendosi” dello stratagemma di adottare un punto di vista diverso nella narrazione della storia: e questo a me piace sempre. O meglio, considera la storia come materia già esistente e ne trae ispirazione: tale realtà è quella di Orgoglio e pregiudizio. Il nuovo punto di vista è quello ( il “non detto” nell’originale) della servitù di casa Bennet: personaggi, giovani e meno giovani, con le loro vite, il loro lavoro faticoso e non sempre riconosciuto, i loro sogni, si muovono non intorno ai personaggi famosi ed alle loro vicende, ma assolutamente in primo piano.

È un affresco ( scusate il luogo comune) dell’ Inghilterra dell’Ottocento che mette in sottofondo le vicende già note e dà voce , pensieri e corpo a coloro che nel romanzo della Austen rimangono nell’ ombra . E non solo nei romanzi…

Lettura piacevolissima, distensiva, come si suole dire “estiva”

Recensione di Maria Guidi

LONGBOURN HOUSE Jo Baker

ACQUISTALO DA IBS ACQUISTALO DA FELTRINELLI ACQUISTALO DA LIBRACCIO

Feltrinelli KOBO Fomia maggio

Commenta per primo

Commenti

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.