LE OTTO MONTAGNE Paolo Cognetti

LE OTTO MONTAGNE Paolo Cognetti recensioni libri e news UnLibro

LE OTTO MONTAGNE, di Paolo Cognetti

Pietro abita a Milano, è cresciuto con genitori accomunati dalla passione per la montagna, e, in particolar modo il padre, cerca di trasmettere questo interesse al figlio, girovagando tra varie località alpine: “… cominciai a imparare il modo di andare in montagna di mio padre, la cosa più simile a un’educazione che io abbia ricevuto da lui”.

Finchè la mamma riesce a trovare una casa in affitto per l’estate in un paesino poco conosciuto ma economico; è così che Pietro a 10 anni inizia a trascorrere le vacanze estive a Grana.

 

“Il paese di Grana si trovava nella diramazione di una di quelle valli, ignorata da chi passava di lì come una possibilità irrilevante, chiusa in alto da creste grigio ferro e in basso da una rupe che ne ostacolava l’accesso.”

 

Pietro abita a Milano, è cresciuto con genitori accomunati dalla passione per la montagna, e, in particolar modo il padre, cerca di trasmettere questo interesse al figlio, girovagando tra varie locali Recensioni Libri e News UnLibro

 

E’ una località abitata da anziani, poiché i giovani si sono trasferiti a valle, e un solo bambino vive ancora lì, ma Pietro è troppo timido e un po’ solitario per avvicinarlo. Ci pensa la mamma allora a far fare loro amicizia; lei è abituata per lavoro a prendersi cura dei bambini, e offre una merenda a Bruno, il ragazzino di Grana.

Inizia così l’amicizia tra i due giovani che hanno abitudini molto diverse: Pietro conduce una vita moderna in città, mentre Bruno pascola il bestiame, lavora intensamente, non riceve affetto dai genitori per i quali è solo un aiuto nella dura sopravvivenza sulla montagna.

Bruno raccoglie l’affetto di papà e mamma del nuovo amico, che lo seguono come fosse un altro figlio loro, e l’amicizia casuale tra i due ragazzi si rafforza negli anni, per diventare granitica, e un prezioso punto di riferimento uno per l’altro anche ritrovandosi dopo alcuni anni in cui le loro strade si sono divise.

 

 

Un’amicizia che travalica amori, incomprensioni, difficoltà della vita, parole e discorsi che mancano, e che si rivela l’unico vero legame nella vita dei 2 protagonisti, uniti dalla passione per la montagna, seppur ognuno a modo suo, e dalla ricerca del proprio posto nel mondo.

Il romanzo, venduto in oltre 30 Paesi, ha ottenuto numerosi riconoscimenti letterari tra cui l’ambito premio Strega 2017, ed è stato oggetto di pareri contrastanti tra il pubblico. Paolo Cognetti è nato a Milano, e ama la montagna dove trascorre alcuni mesi all’anno.

Recensione di Roberto Accarino

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.




Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.