LA FIGLIA OSCURA Elena ferrante

LA FIGLIA OSCURA Elena ferrante Recensioni Libri e News UnLibro

LA FIGLIA OSCURA (Elena Ferrante)

Il mio primo approccio alla Ferrante ho voluto avvenisse con un romanzo non legato al clamore della famosa quadrilogia, per cercare di conoscere ciò che è stato prima, per cogliere quelli che sono gli elementi base del suo pensiero e della sua scrittura…senza farmi influenzare da tutta la bagarre che ruota intorno all’Amica geniale (sia in positivo che in negativo).

LA FIGLIA OSCURA Elena ferrante recensioni Libri e News UnLibroE ne sono rimasta affascinata.
Scrittura affilata e analitica, apparentemente distaccata…in realtà ti scava dentro.

Questo libro mi ha lasciato addosso un sottile strato d’inquietudine, l’ho trovato sfrontatamente sincero, scomodo.
Stati d’animo e pensieri di una donna (madre e moglie) che, generalmente, vengono taciuti, che fingiamo (mi ci metto dentro in quanto moglie e madre) di non aver mai provato, di non aver mai pensato e che, invece, sono legittimi, fanno parte di un percorso di crescita e maturazione (e ricerca di se stessi) spesso dissestato, con tutti i suoi alti e bassi, con le perdite di equilibrio, di senso, di direzione…

 

Un gesto senza senso, come sottrarre una bambola ad una bambina su una spiaggia, compiuto dalla protagonista, e a cui neanche lei riesce a dare una motivazione, ci darà la possibilità di sondare la sua personalità complessa, di donna che ha cercato a lungo se stessa…
…allontanandosi dalla sua città e famiglia natale prima, e dalle sue stesse figlie poi.
Rimanendo irrisolta.

Accettare la propria parte oscura, questo sembra volerci dire l’autrice…non avere timore di essere sbagliate, non soccombere sotto la pressione di ciò che è “giusto” fare, e poter arrivare a dire, un  giorno:

“Sono morta, ma sto bene”.

Recensione di Antonella Russi

Titolo presente nelle 5 recensioni più cliccate a febbraio 2020

Commenta per primo

Commenti

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.