IL VISITATORE NOTTURNO Jeffery Deaver

IL VISITATORE NOTTURNO, di Jeffery Deaver (Rizzoli – settembre 2022)

 

Dopo una breve pausa nel mondo dell’avventura leggera e senza impegno, sono tornato nel mio mondo preferito, quello dei thriller.

Avevo comprato questo libro millemila anni fa, perché apprezzo l’autore, ma per le vicissitudini della vita che ogni lettore conosce, ahimè non ero mai riuscito a prenderlo in mano. Avevo però, fortunatamente, deciso di metterlo nel “sacchetto delle letture” da portare al mare, per cui, in questi scampoli estivi sono riuscito finalmente a leggerlo.

Il romanzo, sedicesimo e ultimo (per ora) episodio che fa parte della saga dedicata allo scienziato forense Lincoln Rhyme, è un libro piuttosto corpulento, circa 460 pagine, e, scelta abbastanza inusuale per gli autori di fascia alta, ha la copertina floscia. La storia viene divisa in sezioni e capitoli, che sono sempre in terza persona al passato remoto vista dal narratore onnisciente, tranne quelli “scritti” direttamente in prima persona dal colpevole.

Confesso che era davvero molto tempo che non leggevo le sue opere, e, un po’ come avviene quando approccio Stephen King, ho fatto un po’ di fatica a passare dagli stili narrativi moderni, veloci e senza troppi fronzoli, al suo tipico modo di scrittura: metodico, preciso, con un quantitativo enorme di dettagli, e con un uso abbastanza disinvolto delle parentesi, dei trattini, e delle digressioni. Ciononostante, ed è proprio lì la sua bravura, riesce a non essere per nulla noioso, anzi diventa parecchio intrigante fin dalle prime pagine, suscitando curiosità e interesse nel lettore.

La storia, che serve da filo conduttore anche per altre vicende collaterali, vede un misterioso e bravissimo scassinatore di serrature che si introduce nottetempo nelle abitazioni di giovani donne sole. Contrariamente a quel che ci si può aspettare da un romanzo del genere, non usa alcun tipo di violenza fisica su di loro, ma si limita a spostare piccoli oggetti e a lasciare segni del suo passaggio al fine di suscitare nelle vittime un cieco terrore al loro risveglio.

Come questa vicenda andrà a interagire con tutte le altre che vengono raccontate, lo si vedrà, com’è ovvio che sia, solo alla fine del libro. Da circa metà libro si comincia a vedere quella che si pensa sia la luce sulla vicenda, ma pian piano che ci si avvicina alla fine le rivelazioni porteranno alla luce nuovi elementi. Poi, nelle ultime decine di pagine, si assisterà a un continuo susseguirsi di colpi di scena, anche su argomenti secondari che, nella foga della lettura, magari a qualcuno potevano anche essere passati di mente. Deaver, invece, non lascia nulla al caso e chiude tutte le storie lasciate appese in modo magistrale, e soprattutto in un modo insospettabile, illuminando il caso da una nuova prospettiva.

Tra l’altro, cosa che ricordo aveva fatto anche con “La finestra rotta”, l’autore trova sempre il modo di sollevare critiche e mettere in guardia chi legge dai pericoli derivanti da un uso molto disinvolto dei social media, con tutto quello che ne consegue per ciò che concerne la privacy e la sicurezza, e non manca di far luce anche sull’aspetto dittatoriale di chi ne detiene il controllo, evidenziando lo strapotere di chi deve applicare le famose “regole della community”.

C’è anche lo strascico di una trama orizzontale relativo a un cattivo degli episodi precedenti, “l’orologiaio”, sfuggito alla cattura (non ho letto tutti gli episodi, ma si evince questo), ma il dettaglio non aggiunge e non toglie nulla, quindi non ci sono aspetti che uno non riesce a capire senza aver letto quello che è successo prima.

Libro consigliatissimo a chi ama il genere. Non ci sono nemmeno scene cruente come nel “collezionista di ossa” che diede il via alla saga, e dal quale venne tratto un bellissimo film con Denzel Washington e Angelina Jolie (e, chi ha visto il film, “vedrà” i protagonisti del libro con le fattezze dei due attori statunitensi), è un libro adatto a tutti. A tutti coloro che amano queste storie, ovviamente.

Recensione di Mitia Bertani

ACQUISTALO DA IBS ACQUISTALO DA FELTRINELLI

Commenta per primo

Commenti

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.