IL SEGGIO VACANTE J. K. Rowling

IL SEGGIO VACANTE J. K. Rowling Recensioni Libri e News

IL SEGGIO VACANTE, di J. K. Rowling

Dalla quarta di copertina: «A chi la visitasse per la prima volta, Pagford apparirebbe come un’idilliaca cittadina inglese. […] Ma sotto lo smalto perfetto di questo villaggio di provincia si nascondono ipocrisia, rancori e tradimenti…»

IL SEGGIO VACANTE J. K. Rowling Recensioni Libri e News

Poche righe per descrivere la trama del primo romanzo della grande scrittrice non correlato alla saga di Harry Potter.

Un romanzo aspro, forte, che descrive con parole nude e crude quel che accade in un’apparente idilliaca cittadina inglese quando Barry Fairbrother muore inaspettatamente alla soglia dei quarant’anni e il seggio nel consiglio municipale rimane vacante.

Il dipinto che esce fuori dal racconto altro non è che a descrizione di una società contemporanea allo sbando piena di conflitti, invidie, pregiudizi, disagi, frustrazioni, rivalità, egoismi… e la Rowling la descrive nel dettaglio, mettendo alla luce ogni intreccio, senza nessun tentativo di giustificazione dei comportamenti degli uomini.

Una scrittura graffiante e dal linguaggio scurrile.

Non si salva nulla del romanzo? Sì, la consapevolezza che dalla crisi e dalla distruzione della vita che, imprevedibile e spietata, ci spiazza, ci si può rialzare e affrontare ogni situazione con coraggio senza lasciarsi così travolgere e trascinare, non solo dalle sue tragedie, come accade a Pagford, ma anche dal ridicolo… in quel seggio vacante.

Recensione di Erika Polimeni

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.




Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.