IL PRIGIONIERO DELL’INTERNO 7 Marco Presta

IL PRIGIONIERO DELL’INTERNO 7, di Marco Presta (Einaudi – gennaio 2022)

 

 

Leggero solo in apparenza.

È “Il prigioniero dell’interno 7” di Marco Presta.

E siamo un po’ tutti noi, noi durante il primo lockdown. La paura, i silenzi, i social, le persone più fragili, il pane fatto in casa, le verità, le fake, le divergenze, i canti sui balconi, le serie tv…

Le serie in costume ci tranquillizzano. Si svolgono secoli fa e qualunque cosa succeda, anche la più orribile, ormai è lontana. Quelle di fantascienza invece ci divertono perché avverranno tra duecento anni, quando noi non ci saremo più. Il passato ci rassicura e il futuro ci galvanizza. A spaventarci, rimane solo il presente.”

 

 

Con la sua lucida ironia, Presta racconta una pandemia che ci ha spiazzati, non ci ha reso affatto migliori, ci ha spaventati (e ci spaventa ancora), ma ci ha fatto conoscere aspetti di noi stessi che ci sfuggivano o che ci siamo lasciati sfuggire.

Mi sono trasformato in un tasso asserragliato nella sua tana, forse il virus è il pretesto che cercavo per sospendere ogni forma di vita sociale.”

Tra le pagine si sorride spesso, ma non è un romanzo divertente: Marco Presta usa le battute e l’ironia per scavare in profondità. E tra cani portati a passeggio venti volte al giorno per fuggire di casa, tra complottisti e tuttologi sproloquianti, tra persone fragilissime inconsapevoli di quello che sta accadendo, ci tiene sospesi in un mondo che ha confini, stavolta. Un condominio, un mondo piccolo, limitato e limitante. Tra le pagine il dolce-amaro di una realtà che, volenti o nolenti, ci ha posto di fronte a noi stessi. Forse ci ha fatto perdere, forse ci ha fatto ritrovare.

 

 

Una nota: il protagonista del romanzo, Vittorio, scrive per un giornale nazionale commentando nei suoi corsivi notizie strampalate dal mondo. Come l’autore ha raccontato ad una recente presentazione del libro, le notizie riportate sono tutte incredibilmente vere. Lì c’è davvero da ridere.

Bisogna stare attenti, la stupidità altrui può provocare dei danni enormi, primo fra tutti farci trascurare la nostra.”

Da leggere.

 

Recensione di Lauretta Chiarini

IL PRIGIONIERO DELL’INTERNO 7 Marco Presta

 

ACQUISTALO DA IBS ACQUISTALO DA FELTRINELLI ACQUISTALO DA LIBRACCIO

 

Commenta per primo

Commenti

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.