IL CENSIMENTO DEI RADICAL CHIC Giacomo Papi

sconti invernali 2021
Il censimento dei radical chic Recensioni Libri e news

IL CENSIMENTO DEI RADICAL CHIC, di Giacomo Papi

In una versione stravolta dell’Italia contemporanea la società ha ormai da tempo rifiutato l’uso corretto della Lingua Italiana e si è apertamente schierata contro gli intellettuali, considerati un pericolo per la democrazia.

 

il censimento dei radical chic
ACQUISTALO SU IBS

 

La cultura viene vista come un privilegio elitario volto a svantaggiare il popolo, il quale si esprime con accessi d’ira, insulti via web e un’ostinata caccia alle streghe cambiando di volta in volta l’oggetto della propria avversione.

In questo clima d’odio il professor Prospero ha l’ardire di citare Spinoza durante un talk show e per questo viene ripreso dal Primo Ministro degli Interni, rimbrottato dal conduttore, che lo rimprovera sostenendo il diritto del telespettatore di rilassarsi senza sentirsi inferiore, e viene infine ucciso a calci e pugni sull’uscio di casa.

 

 

Per il Primo Ministro è l’occasione buona per istituire il Registro Nazionale degli Intellettuali e dei Radical Chic, con l’apparente intento di proteggerli e con la reale volontà di schedarli, affidando all’Autorità Garante per la Semplificazione della Lingua il compito di visionare tutti i testi esistenti, modificandone i termini e semplificandone i contenuti, e di abolire l’uso dei termini più difficili.

Olivia, la figlia di Prospero, rientrata da Londra per il funerale del padre, nel cercare le cause della sua morte accompagna il lettore attraverso una desolante visione di un nostro possibile futuro prossimo.

 

 

Un racconto simpatico e scorrevole che inizia con ottime premesse, dissacrante nella sua ironia tendente alla rassegnazione e nell’acuta analisi dei problemi della società contemporanea e offrendo molti spunti di riflessione, ma che a metà della storia si perde fino a diventare sconclusionato, girando intorno alla trama senza un vero sviluppo.
Peccato perché gli elementi per una valida satira sociale c’erano tutti, ma a mio avviso sono rimasti inespressi.

Recensione di Simona Olivieri

il censimento dei radical chic
ACQUISTALO SU IBS

Commenta per primo

Commenti

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.