I PILASTRI DELLA TERRA Ken Follett

I PILASTRI DELLA TERRA, di Ken Follett

Un libro che non deve mancare nella collezione di ogni lettore. La mole dell’opera, all’incirca 1000 pagine o 43 ore di audiolibro, può spaventare all’inizio ma appena ci si addentra nella trama della storia si è colti dal desiderio che questa non si concluda mai e la lunghezza finisce per essere confortante.

 

I PILASTRI DELLA TERRA Ken Follett Recensioni Libri e News

Siamo in una Inghilterra medievale tormentata da una lunga guerra civile. Le vicende si snodano nell’arco di circa 50 anni, dal 1120 al 1174. A Kingsbridge viene impiccato un cantastorie francese; tra la folla, una donna maledice tre uomini. Da questo inizio poi un susseguirsi di fatti ed avventure. Le vite dei vari personaggi si intrecciano. Tutti sono magistralmente caratterizzati dalla penna dell’autore, come ad esempio Hellen, bellissima fanciulla, dal temperamento indomito e dagli occhi enigmatici che riescono a comprendere la natura degli animi al primo sguardo. Philip un priore molto devoto e metodico; Waleran Bigod, arcivescovo famelico e senza scrupoli; William, violento e scellerato rampollo di una ricca famiglia inglese, capace di compiere atrocità e nefandezze di ogni tipo; Aliena una nobile ragazza la cui sventura è aver rifiutato un matrimonio di convenienza.

 

 

Ken Follet dona a questo romanzo storico, una minuziosa ricostruzione di dettagli, precisa, accurata e puntuale, regalando al lettore nozioni circa la vita che si conduceva a quel tempo, usi e costumi, tendenze e consuetudini. La forza narrativa, infatti, è cosi assoluta che tutti i personaggi, tutte le vicende offrono al lettore la meravigliosa esperienza di sentirsi parte della trama, di venire catapultati idealmente in quella terra così difficile da vivere a quei tempi, a causa della povertà che inevitabilmente sfociava in una cruda lotta per la sopravvivenza che ognuno doveva portare avanti.
Gli intrecci ed i segreti, vengono creati e sciolti durante tutto il corso della narrazione.

 

 

La lettura è piuttosto scorrevole, l’attenzione è continuamente catturata, e si arena , a mio parere, solo nelle interminabili descrizioni architettoniche della cattedrale durante la costruzione, che, per chi non è addetto ai lavori, possono risultare un pò noiose. Nel complesso un capolavoro senza ombra di dubbio. Lo stesso Ken Follet ha dichiarato che questa è l’opera che lo ha reso più orgoglioso.

Recensione di Patrizia Gnignera De Marchi 

Titolo presente nella Rassegna dei Libri più letti e commentati a Settembre 2020

Commenta per primo

Commenti

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.