LA TRILOGIA SULLA SERENISSIMA – L’AMULETO DI GIADA, ESILIO e MEMORIE, di Alessandra Nitti

TRILOGIA SULLA SERENISSIMA A. Nitti

LA TRILOGIA SULLA SERENISSIMA

L’AMULETO DI GIADA, ESILIO e MEMORIE, di Alessandra Nitti

Sono tre romanzi che ti fanno viaggiare nel tempo, nella storia e nello spazio con un po’ di magia e con la voglia di esplorare.

La trilogia suòòa Serenissima di A. Nitti

Tutto inizia con l’acquisto di un amuleto di giada che invia una ragazza del XXI secolo di colpo nel XVIII in un mondo tanto diverso, ma conosciuto sui libri di storia. Cosa mi ha avvinto nella lettura? La storia, un intreccio intrigante, a volte un po’ misterioso, l’idea di viaggiare nel tempo, la capacità della scrittrice di utilizzare la lingua italiana in modo misurato, corretto, semplice, ma al tempo stesso ricercato.

 

 

Mi è piaciuto il suo narrare della Serenissima, delle rivolte che hanno mutato il volto dell’Europa alla fine del ‘700 e dei fatti della rivoluzione francese. Allo stupore della protagonista nel trovarsi di fronte agli uomini che hanno dato un nuovo corso alla storia ho unito il mio. Tutti e tre i romanzi della trilogia rivelato un’accurata documentazione dei fatti che evidenzia una ricerca di fonti e lo studio.

 

 

C’è un confronto da due società diverse, una donna che studia, che lavora, autonoma ed indipendente e una famiglia con abitudini diverse, lontane nel tempo, ma le cui tracce restano evidenti anche nel nostro presente. C’è la storia del costume, ben documentata negli abiti dei protagonisti, che rivela la cura dei particolari, ma senza pedanteria. C’è l’amore di una ragazza verso il suo uomo, ci sono di due mondi che si scontrano e si incontrano, e l’amore di una madre che è immutato nei secoli.

 

 

C’è magia e un po’ di esoterismo, quel tanto che porta avanti la storia, ma senza scadere mai.
Infine c’è Venezia, il grande amore dei protagonisti della storia e anche della scrittrice, ripercorrere le calli e i ponti con Athena, la protagonista, sia nel nostro presente sia nel passato mi ha fatto desiderare di tornare a Venezia.
Ho letto i tre romanzi tutto di un fiato e se sono riuscita a trasmettervi un po’ di curiosità sono contenta: penso che mai ho letto tre libri in un sol respiro. Sarà che questa giovane scrittrice che ama viaggiare racchiude anche i miei sogni, sarà forse anche perché mi piacerebbe andare almeno una volta nel passato per vedere di persona come era la vita delle persone.

Recensione di Patrizia Schirosi

Commenta per primo

Commenti

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.