E LE STELLE STANNO A GUARDARE Archibald Joseph Cronin

E LE STELLE STANNO A GUARDARE Archibald Joseph Cronin Recensioni Libri e News Unlibro

 

 

 

E LE STELLE STANNO A GUARDARE, di Archibald Joseph Cronin

Un classico senza tempo, che andrebbe letto ed apprezzato perché è una storia dal forte impatto umano e in un certo senso ancora attuale, poiché spesso, sotto forme diverse la storia si ripete nelle sue linee essenziali tanto che ancora oggi si parla e si dibatte di diritti negati e uguaglianza, accoglienza e lavoro e pari opportunità; Cronin con puntigliosa precisione e chiarezza meticolosa, racconta la vita miserabile dei minatori del Galles che a cavallo dell’800 e dei primi decenni del 900 si calano ogni giorno nei pozzi per scavare il carbone necessario al funzionamento delle industrie e spesso ci lasciano la pelle. Il loro salario è da fame, tanto da riuscire a stento a sfamare le famiglie mentre il ricco proprietario della miniera, abile e spregiudicato si arricchisce.

E LE STELLE STANNO A GUARDARE Archibald Joseph Cronin Recensioni Libri e News UnlibroL’opera descrive efficacemente I conflitti sociali, civili che hanno attraversato quel periodo a partire dal lavoro minorile, dalla sicurezza sul posto di lavoro, l’orario, la paga…la distanza e l’indifferenza con cui I governi inetti e corrotti dell’epoca, dominati dalla lobby dei proprietari delle miniere, guardano con indifferenza verso quella moltitudine di poveracci che ogni giorno scendeva nelle viscere della terra sotto padroni inflessibili senza vedere mai la luce del sole.

Coloro che cercano di opporsi a questo mondo dannatamente ingiusto e diseguale, finiranno per essere drammaticamente sconfitti, uno è Davide il figlio di un minatore che si é battuto con coraggio per migliorare la vita dei minatori pretendendo aiuto del governo, l’altro è Arturo Barras che, figlio del proprietario delle miniere, cerca con tutte le sue forze di ammodernare e rendere sicuro il lavoro nella miniera per evitare disastri e morti; entrambi però saranno sconfitti e traditi nelle loro aspettative proprio dai minatori stessi che si lasceranno abbindolare dal giovane e spregiudicato Joe che sfruttando il suo fascino e la mancanza totale di moralità vincerà su tutto con false promesse, arroganza, menzogne.

L’autore si schiera apertamente con Davide e Arturo ma non crede negli eroi che da soli possono cambiare il mondo, consapevole com’è della loro sconfitta li guarda con paterna simpatia mentre…le stelle…lontane e fredde stano a guardare.

Recensione di Patrizia Franchina

Commenta per primo

Commenti

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.